ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti: l'Austria applica i nuovi limiti, scontro all'Ue

L’Austria va avanti per la sua strada e ha già avviato la stretta sui migranti, i nuovi tetti agli arrivi e ai transiti duramente contestati dai

Lettura in corso:

Migranti: l'Austria applica i nuovi limiti, scontro all'Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Austria va avanti per la sua strada e ha già avviato la stretta sui migranti, i nuovi tetti agli arrivi e ai transiti duramente contestati dai partner europei durante il Consiglio.
Tanto che la Grecia è arrivata a minacciare il veto sull’accordo faticosamente raggiunto con il Regno Unito. Minaccia poi rientrata, ma restano i forti malumori dei partner per l’unilateralità dei provvedimenti austriaci, che potrebbero anche essere seguiti da ulteriori restrizioni, a sentire il Ministro degli Interni di Vienna:

“Abbiamo uno scopo, che è ridurre l’immigrazione illegale. Ogni Paese deve decidere da sè come farlo, e io sono soddisfatta delle nostre decisioni.
Ma dobbiamo essere tutti consci del fatto che non possiamo raggiungere l’obiettivo con i livelli attuali, e quindi dovremo ridurre ulteriormente questi limiti”.

Si parla, al momento, di ottanta richiedenti asilo al giorno, ma ora l’Austria precisa che questo limite vale solo per il valico di Spielfeld, alla frontiera con la Slovenia. Resta al momento l’obiettivo di 37.500 accoglimenti per il 2016. “Se tutti gli altri Stati membri applicassero la stessa quota in rapporto alla popolazione – ha detto il Cancelliere austriaco, Werner Faymann – riusciremmo ad accogliere in Europa due milioni di persone”.