ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Filippo Grandi, Alto commissario Onu per i rifugiati: "con i controlli alle frontiere interne europee si deviano solo i flussi di migranti"

A margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco, Euronews ha incontrato il nuovo alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, Filippo

Lettura in corso:

Filippo Grandi, Alto commissario Onu per i rifugiati: "con i controlli alle frontiere interne europee si deviano solo i flussi di migranti"

Dimensioni di testo Aa Aa

A margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco, Euronews ha incontrato il nuovo alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, Filippo Grandi che ha lanciato un appello perché chi ha diritto all’asilo sia accolto in modo corretto in Europa.

Point of view

Il diritto umanitario internazionale è stato palesemente violato in Siria senza che nessuno si opponesse veramente.

James Franey, euronews:
“Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, come giudica la gestione europea di questa crisi migratoria? Che voto darebbe all’Europa?”

Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati:
“Il diritto umanitario internazionale è stato palesemente violato in Siria senza una reale opposizione di ciascuna delle parti. Come conseguenza: c‘è un limitato accesso alla popolazione che ha veramente bisogno, è aumentata la fuga dei profughi nei paesi vicini, dove a sua volta è stata fornita assistenza inadeguata. Questo è stato sicuramente uno dei fattori, se non l’unico, che ha provocato un ulteriore flusso di persone verso Europa e che ha provocato ulteriori problemi”.

James Franey, euronews
“L’Europa sta parlando molto di rafforzare le sue frontiere esterne. Pensa che sia la mossa giusta?”

Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati:
“Rafforzare le frontiere nel senso di avere una migliore gestione delle persone che arrivano, è quello che l’Europa avrebbe dovuto fare già da tempo. Quel che non credo sia una buona idea è di aumentare i controlli alle frontiere interne. Non fa altro che frammentare la risposta,e farà semplicemente deviare i flussi in altre direzioni”.

James Franey, euronews:
“Perché l’Europa è così divisa sulla questione dei profughi?”

Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati:
“L’Unione europea si è allargata molto in un breve periodo di tempo. Evidentemente alcuni meccanismi hanno bisogno di essere affinati. Uno di questi è la solidarietà e la cooperazione in materia di rifugiati e migranti. La legislazione è buona. Le norme sono buone. Ma è carente l’applicazione di tali norme, specialmente in una situazione senza precedenti di grandi arrivi come in questo momento.

James Franey, euronews:
“Cosa vorrebbe dire a coloro che sostengono che l’Europa non può accogliere questo alto numero di rifugiati? Si osserva un aumento del populismo in alcuni paesi come la Francia e i Paesi Bassi …. “

Filippo Grandi, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati:
“Credo che l’Europa, e questa è più una mia dichiarazione valori, debba restare fedele a questi principi fondanti.
Ho sentito molte volte, oh l’arrivo di stranieri influenzerà i nostri valori. Credo che sia la mancanza di solidarietà che distrugge i nostri valori. Questo è il vero problema.
Se le persone che arrivano commettono atti contro la legge, la legge deve essere applicata nei loro confronti, come con qualsiasi altra persona. Ma non bisogna generalizzare, queste persone sono in fuga dalla paura, dal terrorismo, dalla guerra, quindi coloro che sono riconosciuti come rifugiati – in linea con una lunga tradizione di asilo e di ospitalità – devono essere accolti dall’Europa, ma in modo corretto”.