ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siccità e insicurezza alimentare, gli effetti de El Nino sui Paesi in via di sviluppo

Lettura in corso:

Siccità e insicurezza alimentare, gli effetti de El Nino sui Paesi in via di sviluppo

Dimensioni di testo Aa Aa

America Centrale,ma anche alcune regioni africane e asiatiche. L’ondata di siccità che ha colpito diverse aree della Terra è all’origine di gravi

America Centrale,ma anche alcune regioni africane e asiatiche. L’ondata di siccità che ha colpito diverse aree della Terra è all’origine di gravi crisi alimentari.
Come ad Haiti, dove sono oltre tre milioni le persone esposte all’insicurezza alimentare. Questo a causa della perdita di un’ingente parte dei raccolti.
Dietro i fenomeni di siccità ci sono gli eventi climatici legati al super El Niño del 2015. “Gli effetti de El Nino saranno percepiti fino almeno all’inizio del 2017 e avranno una vasta distribuzione geografica. El Nino ha già avuto un forte impatto sui raccolti i in America Centrale, in particolare ad Haiti.In Etiopia dove si è registrata una delle stagioni più secche degli ultimi 50 anni, e poi fino in Indonesia e in Papua Nuova Guinea, dove anche la siccità ha raggiunto livelli da record” spiega Rogerio Bonifacio, esperto di clima per il World Food Programme.

L’evento climatico de El Nino del 2015 è stato definito uno dei più forti. Si tratta di un fenomeno ciclico, che si ripete ogni 3 o 5 anni quando le acque dell’Oceano Pacifico centrale raggiungono temperature molto elevate con effetti sul clima a livello globale.

In Etiopia, secondo Paese più popoloso dell’Africa, con una popolazione di circa 100 milioni di persone, dieci milioni affrontano in questi mesi le conseguenze della peggiore siccità degli ultimi 50 anni.: le coltivazioni appassiscono e i fiumi si svuotano.Stesso scenario in Zimbawe, che ha da poco annunciato lo stato di calamità.

Gli effetti della siccità sono molteplici. Oltre alle perdite agricole, alla messa in pericolo delle riserve future, la siccità incide anche sulla capacità di far fronte al fabbisogno energetico in quei Paesi, che come lo Zimbabwe dipendono in larga parte dalle risorse idriche.