ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"La meccanica di un genio" a Londra la mostra dedicata alle invenzioni di Leonardo Da Vinci

Lettura in corso:

"La meccanica di un genio" a Londra la mostra dedicata alle invenzioni di Leonardo Da Vinci

Dimensioni di testo Aa Aa

“Con la meccanica di un genio” il Museo delle Scienze di Londra presenta al pubblico il viaggio all’interno della mente di uno degli artisti più

“Con la meccanica di un genio” il Museo delle Scienze di Londra presenta al pubblico il viaggio all’interno della mente di uno degli artisti più eclettici della storia: Leonardo da Vinci.

Conosciuto ai più per i suoi famosi dipinti, come la Gioconda, Leonardo da Vinci ha dedicato gran parte della sua ricerca personale anche alla progettazione di complesse macchine.

Il museo delle Scienze di Londra ne presenta 39. Si tratta di modelli assemblate a Milano nel 1952, in occasione del cinquecentesimo anniversario dalla nascita del suo inventore.

“Sono lavori che mettono in mostra la straordinaria carica inventiva di Leonardo da Vinci, la sua ricchezza di pensiero, che si trattasse di dare vita ai personaggi de “l’Ultima cena” o di costruire macchine volanti. La sua era un’immaginazione fuori dal comune” spiega Martin Kemp, Professore di Storia dell’Arte a Oxford.

E’ durante l’apprendistato svolto in occasione dei lavori per la costruzione della cupola del Duomo di Firenze, che il giovane Leonardo si appassiona ad appena 20 anni all’universo degli ingranaggi, delle gru e di vari tipi di macchinari. Dei quali cerca di migliorare l’efficenza.

La mostra di Londra mostra come il lavoro di Leonardo sia stato spesso ispirato dalle sfide poste dalla natura.

“Leonardo ha dichiarato che è stata la natura ha creare le invenzioni più adatte. Non c‘è quasi mai nulla di superfluo in ciò che la natura crea, non manca mai nulla. Ovviamente non intendeva che se si progetta una macchina volante questa sia automaticamente difettosa, si tratta di un lavoro diverso, deve essere pensata per gli esseri umani” spiega ancora il Professor Kemp.

Precursore e visionario, Leonardo da Vinci ha dato vita a invenzioni che hanno segnato il passo in un’epoca ancora immersa nella ricerca delle strategie per il dominio dell’uomo sulla natura.

Ecco allora l’invenzione di una maschera per permettere all’uomo di respire sott’acqua, o la creazione della prima muta per immersioni, che Leonardo da Vinci disegna e pensa per fini militari. Gli stessi a cui è dedicato il cannone montato su una piattaforma girevole, o la balestra gignate, pensata per impaurire il nemico.

In molti dei suoi lavori, dall’ingegneria alla pittura, Leonardo da Vinci ha dimostrato di essere in anticipo sui tempi. Nellla collezione in mostra a Londra anche a un anemometro per misurare la forza del vento e un igrometro per misurare l’umidità dell’aria.

“In passato c‘è stata la tendenza ad attribuire a Leonardo qualunque tipo di invenzione, dagli elicotteri al frigorifero. Sappiamo ora che era un uomo dei suoi tempi, che esistevano altri uomini autori di cose importanti. Eppure, anche mettendo Leonardo nel suo contesto, il suo resta un lavoro straordinario, anche più di quello attribuito al Leonardo da leggenda, perché poco credibile” conclude Kemp.

Inaugurata il 10 febbraio la mostra “Leonardo da Vinci, la meccanica di un genio” sarà aperta al pubblico fino al 4 settembre.