ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Salute e invecchiamento demografico. Strategie e piani d'azione in Polonia

Lettura in corso:

Salute e invecchiamento demografico. Strategie e piani d'azione in Polonia

Dimensioni di testo Aa Aa

Tempi duri per la Polonia: il paese è alle prese con l’invecchiamento demografico e questo incide non poco sui lavoratori, sull’economia e sul

Tempi duri per la Polonia: il paese è alle prese con l’invecchiamento demografico e questo incide non poco sui lavoratori, sull’economia e sul sistema sanitario. A vivere questa difficile fase di cambiamento ci sono molti quarantenni come Monika Zientek che soffre, da tempo di artrite reumatoide.

Il nostro inviato Jeremy Wilks ha chiesto alla Sig.ra Monika come vede il suo futuro. E la risposta è stata questa: “Il mio futuro è pieno di punti interrogativi e ho molta paura. Questo perché non so come si evolverà la mia malattia, non so come potrà essere monitorata e quali cure mediche avrò. Quindi ho molte preoccupazioni per il futuro.”

Con l’invecchiamento della popolazione aumenta anche il numero di persone con problemi di salute cronici. Come l’artrite. Una malattia invalidante che costringe molte persone a lasciare il lavoro prima della pensione.

Ernest Wiśniewski è un fisioterapista che aiuta la gente ma non fa i miracoli: “Qui abbiamo un problema evidente nelle giunture. Noi possiamo cercare di rendere più mobili le articolazioni per aumentare la loro flessibilità e il loro movimento così come quello del polso.”

Questa storia conferma che è in atto un cambiamento demografico in tutta Europa. Non è molto entusiasmante ma stiamo tutti invecchiando. Guardando le cifre vediamo che al momento ci sono 4 lavoratori per ogni persona andata in pensione. Ma entro il 2060 si passerà a due lavoratori. E qui in Polonia il rapporto potrebbe essere una sola persona che lavora per ogni pensionato.”

Una sfida che ha stimolato il Professore Boleslaw Samolinski a creare un team di centinaia di esperti nel campo della medicina, dell’economia e della sanità pubblica per capire come risolvere il problema. “Il risultato più importante di questo progetto è stato quello di capire che i politici di oggi hanno una missione: implementare la sicurezza sanitaria e riportare le persone nel mercato del lavoro. Gli investimenti effettuati daranno risultati positivi entro ​​20 o 30 anni”, sottolinea il Professore.

Con questa consapevolezza in mente, che tipo di azioni devono essere intraprese?
Lo abbiamo chiesto alla Professoressa Brygida Kwiatkowska, reumatologa. “Dobbiamo fare passi concreti per affrontare una società che invecchia. In primo luogo migliorare le politiche per la famiglia, i giovani devono fare più figli. Quindi mantenere il maggior numero di persone in età pensionabile nel mondo del lavoro. Infine evitare che le persone abbandonino il mercato del lavoro per malattie croniche”, ha spiegato la Professoressa.

Una sfida enorme per un paese che conta circa 38 milioni di persone. “Come paziente mi piacerebbe un maggior dialogo tra le associazioni dei malati e le organizzazioni che decidono i nostri trattamenti. Solo con il dialogo potremo superare le barriere che si presentano, ci spiega Monika.

Dialogo e collaborazione dunque tra istituzioni e cittadini per alleviare problemi e sofferenze che fanno parte della vita quotidiana.