ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marc Pierini, ex ambasciatore europeo in Turchia:"la polizia turca deve agire contro i trafficanti di esseri umani"

A novembre l’Unione europea ha stretto un accordo con la Turchia per contenere la crisi dei rifugiati, questo mercoledi’ la Commissione ne valuterà

Lettura in corso:

Marc Pierini, ex ambasciatore europeo in Turchia:"la polizia turca deve agire contro i trafficanti di esseri umani"

Dimensioni di testo Aa Aa

A novembre l’Unione europea ha stretto un accordo con la Turchia per contenere la crisi dei rifugiati, questo mercoledi’ la Commissione ne valuterà l’impatto, ne abbiamo parlato con Marc Pierini, ex ambasciatore europeo in Turchia, oggi ricercatore al centro Carnegie Europe.

Gulsum Alan, euronews:
“Puo’ funzionare un accordo?”

Marc Pierini, Carnegie Europe:
“L’Unione europea si è impegnata in una diplomazia commerciale con la Turchia, che aveva già poche possibilità di funzionare o che in ogni caso avrà grandi difficoltà. E siamo a questo punto. Le difficoltà sono dovute alla concezione. Perché si cerca di scambiare promesse sui visti nei negoziati per l’adesione in cambio di un aiuto nella crisi dei rifugiati. sono cose che non hanno nulla a che vedere.

Gulsum Alan, euronews:
“In che modo la Turchia puo’ gestire questo flusso di rifugiati che è in costante aumento e evitare che si dirigano alle porte dell’Unione europea?”

Marc Pierini, Carnegie Europe
“Il problema è sulla costa Egea dove ci sono delle mafie che intascano cifre astronomiche, uno-due miliardi di euro nel 2015, per mandare la gente a morte. Sarebbe sufficiente che la polizia turca, che è perfettamente equipaggiata, fermi queste persone che si vedono su internet, o su telecamere di sorveglianza sulle piazze d’Izmir o di Bodrum”.

Gulsum Alan, Euronews:
“E’ cosi’ semplice?”

Marc Pierini, Carnegie Europe:
“Non è necessariamente semplice, ma è una questione che non è affrontata. D’altronde anche il nuovo flusso di rifugiati era prevedibile. Siamo in una situazione doppiamente paradossale. La Turchia dice, non li lasciamo entrare, ma li faremo entrare se necessario, primo paradosso. L’Unione europea dice: dovete lasciarli entrare ma dovete tenerveli, secondo paradosso”.

Gulsum Alan, Euronews:
“C‘è una mancanza di fiducia tra le parti? Dov‘è il problema?”

Marc Pierini, Carnegie Europe
“Il problema è proprio quello che lei sottolinea, la mancanza di fiducia. L’unico quotidiano in inglese a favore del governo questa mattina parla della perversità dell’Unione europea. Non lo chiamerei un clima di cooperazione.
E’ un clima di sfiducia. E’ la stessa cosa tra gli europei”.

Gulsum Alan, Euronews:
“La Turchia da sola accoglie quasi 3 milioni di rifugiati…”.

Marc Pierini, Carnegie Europe:
“Meno il milione che è partito per l’Europa. Le cifre sono molto fluttuanti, ma la Turchia è stata molto generosa,il 15 % dei rifugiati che si trovano nei campi sono trattati molto bene. Gli altri cercano di fare il possibile con i loro risparmi. L’Europa deve inevitabilmente parlare alla Turchia dell’aspetto poliziesco di questa vicenda. Non è possibile chiedere ai contribuenti turchi e ai contribuenti europei di mettere da parte miliardi per aiutare i piu’ bisognosi, che in sé è un bene, ma d’altra parte ci sono trafficanti criminali ben noti che intascano miliardi”.