ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Angela Merkel ad Ankara per parlare dei profughi siriani. Chiesto l'intervento della Nato

Crisi migratoria ed emergenza profughi in Siria, questi i temi ail centro dei colloqui ad Ankara fra Angela Merkel e il presidente turco Recep Tayyip

Lettura in corso:

Angela Merkel ad Ankara per parlare dei profughi siriani. Chiesto l'intervento della Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Crisi migratoria ed emergenza profughi in Siria, questi i temi ail centro dei colloqui ad Ankara fra Angela Merkel e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

La visita in Turchia della cancelliera tedesca, che ha incontrato anche il premier Ahmet Davutoglu, aveva come principale punto all’ordine del giorno l’attuazione dell’accordo di fine novembre tra Bruxelles e Ankara per ridurre il flusso dei migranti diretti in Europa:

Alla prossima riunione della Nato, la Turchia e la Germania chiederanno agli alleati un maggiore aiuto nel controllo dei flussi migratori – ha detto Davutoglu – In particolare, affinché i meccanismi di controllo della Nato vengano utilizzati in modo più efficace al nostro confine con la Siria e nel mar Egeo.

L’Unione europea ha messo sul tavolo 3 miliardi di aiuti destinati alla Turchia. Ankara dice di essere arrivata al limite massimo di accoglienza, con oltre 2,5 milioni di profughi, contando solo i siriani:

La cosa ovviamente importante, non solo per la Turchia, ma per tutti noi – ha detto Merkel – è che se vogliamo fermare l’immigrazione clandestina, dobbiamo essere pronti ad accettare i rifugiati con mezzi legali, in particolare rifugiati siriani.

Proprio in questi giorni la Turchia affronta una nuova emergenza con circa 35mila sirian provenienti da Aleppo, ammassati alla frontiera in attesa di entrare.

Davutoglu ha accusato la Russia di essere all’origine di questa nuova ecrisi, visti i bombardamenti russi proprio in quella zona. Merkel ha risposto dicendosi scioccata dalle sofferenze imposte ai civili.