ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Luce e apprendimento, un legame imprescindibile

Un’illuminazione regolabile in classe può davvero influenzare i risultati scolastici? Quali soluzioni esistono per le scuole prive di elettricità

Lettura in corso:

Luce e apprendimento, un legame imprescindibile

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’illuminazione regolabile in classe può davvero influenzare i risultati scolastici? Quali soluzioni esistono per le scuole prive di elettricità? Sono i temi di questa puntata di Learning World.

America Latina: Luci per imparare

Oltre 60.000 scuole in America Latina sono prive di elettricità. Un progetto sta contribuendo a migliorare la vita e l’educazione nelle comunità e nelle scuole rurali. Vediamo come viene messo in pratica nella Repubblica Dominicana dove incontriamo Angel Castillo,un alunno di 12 anni, l’insegnante Haidy Vizcaino e Wilkin Moldán che installa e ripara pannelli solari. Le loro vite sono cambiate con Luces para aprender ,Luci per imparare, un programma avviato nel 2012 dall’Organizzazione degli Stati Ibero-americani per l’Istruzione, la Scienza e la Cultura, che fornisce energia solare alle scuole.

Grazie ai pannelli solari la scuola dove insegna Haidy adesso ha accesso a internet. Come lei un migliaio di insegnanti e oltre 20.000 allievi hanno partecipato al progetto Luci per imparare. Circa 500 centri didattici rurali sono stati dotati di pannelli solari, computer e accesso a internet.

La scuola è diventata un punto di incontro, contribuisce allo sviluppo dell’intera comunità e dà accesso al mondo esterno. Anche agli adulti viene offerta l’opportunità di migliorare la propria istruzione e di uscire dall’isolamento. I Paesi che hanno bisogno di maggiore aiuto, secondo il progetto, sono Honduras, Nicaragua, Perù e Guatemala, dove la percentuale di scuole senza elettricità per numero di abitanti è più elevata.

Germania: la luce regolabile migliora l'apprendimento

Visitiamo la scuola elementare In-der-Alten-Forst, ad Amburgo (Germania). Con la cosiddetta luce di attivazione l’insegnante, Diana Kleinicke, sveglia la classe di terza. “Grazie alle luci bluastre gli alunni si concentrano meglio”, spiega la maestra Kleinicke.

Questa scuola pubblica è l’unica in Germania a essere completamente dotata di illuminazione dinamica in ogni classe. Oltre alla luce di attivazione ci sono altre tre impostazioni: la luce di rilassamento, utilizzata dopo la ricreazione, la luce di concentrazione, di un altro colore e con una diversa luminosità, utilizzata per esempio per la matematica o per i test. Poi viene usata anche la stessa luce delle altre scuole, ma diversificata in termini di intensità.

La maestra modifica la luce fino a 15 volte al giorno. L’efficacia è stata dimostrata da uno studio della Clinica Universitaria di Amburgo Eppendorf, secondo il quale l’irrequietezza degli allievi diminuisce fino a un massimo del 75% e gli errori si riducono quasi del 45% se la luce viene regolata, rispetto a una classe con l’illuminazione normale.