ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit: Regno Unito referendum entro 2016

Questa settimana su UTalk una domanda da Hélène di Bruxelles: “Il primo ministro britannico ha promesso di tenere un referendum sull’adesione all’

Lettura in corso:

Brexit: Regno Unito referendum entro 2016

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa settimana su UTalk una domanda da Hélène di Bruxelles:

“Il primo ministro britannico ha promesso di tenere un referendum sull’adesione all’UE della Gran Bretagna entro la fine del 2017, al più tardi. Nel frattempo, chiede all’Unione riforme per allontanare ogni minaccia di “Brexit”: https://twitter.com/eucopresident/status/694484267015995393. Dunque, quali sono le sue principali richieste di cambiamento?”

Risponde alla domanda “Anne-Marie Motard”: http://etudes-anglophones.upv.univ-montp3.fr/enseignants/m/anne-marie-motard/, professoressa di Studi britannici contemporanei (Università Paul-Valéry, Montpellier, Francia):

“Il governo britannico ha presentato quattro importanti quesiti al Consiglio europeo lo scorso novembre.
Le “pressioni per la riforma dell’UE”: https://www.gov.uk/government/speeches/prime-ministers-speech-on-europe riguardano 4 aree fondamentali del processo di costruzione dell’Europa.

La prima richiesta riguarda la libera circolazione dei cittadini dell’UE. Il primo ministro britannico David Cameron vorrebbe che gli europei in arrivo nel Regno Unito rimangano sul terriotorio almeno 4 anni prima di ricevere prestazioni sociali come assegni familiari, aiuti per l’alloggio, ecc.

Il secondo appunto riguarda la valuta. “David Cameron”: http://it.euronews.com/tag/david-cameron/ vuole che l’euro sia piú considerato come la sola moneta unica europea.

Perché se l’Unione europea avesse piu di una sola moneta, le decisioni prese dai membri dell’eurozona potrebbero diventare facoltative per gli altri membri (come il Regno Unito), non sarebbero pú vincolanti. E questo contribuirebbe a preservare il potere del mercato finanziario di Londra.

La terza richiesta è sul mercato unico. Per aumentare la competitività dell’UE, il primo ministro britannico chiede di facilitare la libera circolazione dei capitali anche per ridurre la burocrazia per le imprese dell’UE.

L’ultimo punto riguarda la “sovranità nazionale”: http://it.euronews.com/2016/02/02/brexit-la-proposta-europea-soddisfa-cameron-ora-si-va-al-vertice-ue/. Per evitare una maggiore integrazione politica europea, David Cameron sostiene l’eliminazione, all’interno dei trattiti istituitivi, del paragrafo: “Un’Unione sempre più stretta tra i popoli d’Europa”. In altre parole, vuole rafforzare il ruolo dei poteri di vigilanza e di veto dei parlamentari nazionali”.

Se desiderate porre una domanda a UTalk, cliccate sul bottone qui sotto.