ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Agrochimica, ChemChina lancia offerta da $43 mld per la svizzera Syngenta

‘Non si tratta solo di una compagnia che vuole comprarne un’altra: qui si parla di un governo che vuole risolvere un problema’. Così i bene

Lettura in corso:

Agrochimica, ChemChina lancia offerta da $43 mld per la svizzera Syngenta

Dimensioni di testo Aa Aa

‘Non si tratta solo di una compagnia che vuole comprarne un’altra: qui si parla di un governo che vuole risolvere un problema’.

Così i bene informati commentano quella che potrebbe essere l’acquisizione straniera da parte di un’azienda cinese più grande della storia: 43 miliardi di dollari offerti da ChemChina per il colosso svizzero dell’agrochimica Syngenta.

Un accordo fortemente voluto dai vertici di entrambe le aziende che dovrebbe aiutare Pechino a garantire l’approvvigionamento alimentare per oltre un miliardo di abitanti.

Attualmente soltanto il 10% delle coltivazioni cinesi sono lavorate secondo criteri di efficienza e, a meno di paletti da parte delle autorità antitrust, la Cina otterrà i semi e i pesticidi necessari per migliorare i raccolti.