ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iowa: caucus con sorpresa

Ecco il vincitore a sorpresa del caucus repubblicano dell’Iowa. Ted Cruz, senatore del Texas, ala più conservatrice del Grand Old Party, si è

Lettura in corso:

Iowa: caucus con sorpresa

Dimensioni di testo Aa Aa

Ecco il vincitore a sorpresa del caucus repubblicano dell’Iowa. Ted Cruz, senatore del Texas, ala più conservatrice del Grand Old Party, si è piazzato in testa, battendo il re dei sondaggi Donald Trump.

Ancora più sorprendente la situazione in campo democratico, dove Hillary Clinton ha vinto, ma per uno zero virgola, contro Bernie Sanders.

L’outsider del Vermont, su posizioni di sinistra quasi all’europea, e l’ex segretario di stato che incarna l’establishment democratico sono stati testa a testa per tutta la notte.

In campo repubblicano Ted Cruz vince chiaramente, ma la seconda sorpresa è il buon piazzamento in terza posizione del senatore della Florida Marco Rubio. Un solo punto lo separa da Trump.

L’Iowa manda a dire che il candidato repubblicano e il prossimo presidente degli Stati Uniti, non saranno scelti dai media, non saranno scelti dall’apparato di Washington.

Troppo vicino alla destra religiosa, neanche Cruz sarebbe infatti la prima scelta del partito per la candidatura. Ma, forse, proprio per questo, i repubblicani dell’Iowa lo hanno visto come l’anti Trump perfetto, con il miliardario sanzionato per i suoi eccessi personali e politici.

Il contesto locale può aver giocato a favore anche di Bernie Sanders. Questo stato rurale del Midwest ha dei punti in comune con il Vermont in cui il senatore nato a Brooklyn ha saputo valorizzare chi vive del lavoro agricolo, con un occhio anche all’ambiente:

L’Iowa ha cominciato una rivoluzione. I giovani, i lavoratori e gli anziani si alzano e dicono forte e chiaro: quando è troppo e troppo!

La sconfitta che non è una sconfitta di Sanders è un brutto segnale per Clinton, che fu già battuta in Iowa da un certo Barack Obama.

Negli Stati uniti si dice che il risultato dell’iowa sia il miglior pronostico per la Casa bianca.