ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Renault apre la sua prima fabbrica in Cina e punta al 3% del mercato

‘Meglio tardi che mai’, avranno commentato, malignamente, i rivali. Ultima tra le grandi case occidentali a puntare il navigatore sulla Cina, la

Lettura in corso:

Renault apre la sua prima fabbrica in Cina e punta al 3% del mercato

Dimensioni di testo Aa Aa

‘Meglio tardi che mai’, avranno commentato, malignamente, i rivali.

Ultima tra le grandi case occidentali a puntare il navigatore sulla Cina, la francese Renault scommette su una nuova fabbrica a Wuhan, città d’origine dei partner di Dongfeng.

Capacità iniziale: 150 mila veicoli l’anno. “Raddoppiabile”, dice il marchio del rombo, da utilizzare come trampolino per conquistare una fetta del 3% del primo mercato mondiale.

Quest’ultimo, ironia della sorte, ha cominciato a rallentare di recente. Ma, anche col freno tirato, i suoi tassi di crescita fanno impallidire quelli europei.

Tentativo di rimonta quasi obbligatorio dunque e Renault, vista la popolarità dei SUV nel Paese, si presenta con i modelli giusti: il primo a essere prodotto sarà il crossover Kadjar.