ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ankara e Mosca di nuovo ai ferri corti

È di nuovo scontro tra Russia e Turchia. Ankara afferma che un cacciabombardiere di Mosca è entrato nel suo spazio aereo venerdì e convoca

Lettura in corso:

Ankara e Mosca di nuovo ai ferri corti

Dimensioni di testo Aa Aa

È di nuovo scontro tra Russia e Turchia. Ankara afferma che un cacciabombardiere di Mosca è entrato nel suo spazio aereo venerdì e convoca l’ambasciatore russo.
Il Ministero della Difesa di Mosca nega la violazione e definisce l’accusa “pura propaganda”.

Il presidente turco Erdogan dichiara di voler incontrare il suo omologo Vladimir Putin e aggiunge: “Se la Russia continuerà a violare la sovranità turca ne pagherà le conseguenze. Un tale comportamento irresponsabile non contribuirà al miglioramento delle relazioni tra la Nato e la Russia o alla pace nella regione. Al contrario, sarà dannoso.”

Aerei russi sono di stanza nella base di Lattakia, in Siria, e si alzano in volo quotidianamente per bombardare quelle che il Cremlino definisce postazioni dei terroristi.

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg invita la Russia a “prendere tutte le misure necessarie” per assicurare che lo spazio aereo dell’Alleanza Atlantica non sia più violato.

Due mesi fa l’abbattimento di un jet russo da parte di Ankara ha provocato il gelo tra i due Paesi e sanzioni reciproche.