This content is not available in your region

Onu: nuovo scandalo per abusi su minori in Centrafrica. Coinvolti caschi blu e truppe internazionali

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Onu: nuovo scandalo per abusi su minori in Centrafrica. Coinvolti caschi blu e truppe internazionali

C‘è rabbia per le strade di Bangui dopo che l’Onu ha confermato che sono state mosse nuove accuse di abusi sessuali su minori contro caschi blu e truppe internazionali in Centrafrica. Altri 12 bambini accusano i soldati di violenza sessuale nel campo profughi vicino all’aeroporto della capitale.

“Ancora una volta hanno causato problemi”, dice un uomo visibilmente sconvolto. “Queste azioni non fanno onore alle Nazioni Unite e fanno sì che la popolazione rifiuti le loro missioni”.

I fatti risalirebbero al 2014 ma sono venuti alla luce solo alcune settimane fa. I soldati responsabili non sono ancora stati identificati.

Il segretario generale aggiunto incaricato della logistica delle missioni, Anthony Banbury, è apparso molto toccato dalla vicenda, mentre esponeva il caso all’assemblea dell’Onu a New York. Commosso ha detto: “E’ difficile immaginare lo sdegno provato da chi lavora per le Nazioni Unite e per la pace e la sicurezza quando accuse del genere vengono alla luce, specialmente quando riguardano minori, cosa che è davvero difficile da comprendere”.

Le accuse riguardano militari del contingente francese, di quello georgiano e di un altro Paese non specificato. Il segretario generale Ban Ki-moon a febbraio pubblicherà una relazione con i dettagli di tutte le denunce sporte a partire dal 2015, indicando anche i Paesi da cui provengono i soldati coinvolti.