ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La convention della destra xenofoba europea a Milano

Immigrazione capro espiatorio di tutti mali del continente

Lettura in corso:

La convention della destra xenofoba europea a Milano

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano divisi su molte cose, la crisi dei rifugiati li ha fatti unire. I leader della destra xenofoba si sono incontrati a Milano per battezzare il gruppo parlamentare europeo nato a luglio: Europa delle nazioni e delle libertà .

A fare gli onori di casa la Lega nord di Matteo Salvini, ospite d’onore Marine Le Pen, presidente del Front National francese. Che a chi insinua che l’unità sia solo di facciata e dovuta a opportunismo politico risponde:

Chi cerca di trovare delle incoerenze non le troverà. Poiché forti della difesa della democrazia e della sovranità, siamo capaci di rispettarci gli uni gli altri, di essere amici e di restare noi stessi.

Per questi partiti, tutti i mali dell’Europa hanno un’unica, semplice causa, Heinz-Christian Strache, leader del Partito della libertà austriaco (Fpö):

Tutti noi siamo convinti che l’Europa, la cultura e la libertà europee siano in pericolo oggi a causa di questa irresponsabile immigrazione di massa. Constatiamo che l’Unione europea, così come i governi nazionali, stanno drammaticamente fallendo, precipitano l’Europa nell’abisso.

Se Salvini spera di approfittare della popolarità di Le Pen in certi settori dell’opinione pubblica europea, per Stracher, i giochi sembrano già fatti.

Secondo l’ultimo sondaggio un terzo degli austriaci sarebbe pronto a votare per lui.

Invece molti milanesi non hanno gradito la scelta della loro citta per la convention. Ci sono stati cortei e manifestazioni, cui ha aderito anche l’Associazione nazionale partigiani.