ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vedi Napoli e crea una app

Apple aprirà nel capoluogo partenopeo il primo centro europeo per la creazione di nuovi software per il suo sistema iOs.

Lettura in corso:

Vedi Napoli e crea una app

Dimensioni di testo Aa Aa

Creatività partenopea al servizio della mela morsicata. Apple aprirà a Napoli il primo centro europeo per lo sviluppo di app. Nascerà in partnership con un istituto universitario. Ancora non ufficialmente svelato, ma è naturale pensare al dipartimento di ingegneria informatica della Federico II.

Il centro servirà a fornire competenze e formare gli studenti, futuri sviluppatori che andranno con le loro invenzioni a rimpinguare l’Apple store, che ha già contribuito a creare 1,2 degli 1,4 milioni di posti di lavoro che la casa di Cupertino ha generato in Europa.

Per non parlare di ciò che la “app economy” ha generato globalmente, consentendo ai creatori delle applicazioni di guadagnare 10,2 miliardi di euro, in tutto il mondo, dalla vendita dei loro prodotti.

Non solo Napoli: Apple lavorerà con partner in tutta Italia. E intende, in futuro, ampliare il programma estendendolo ad altri Paesi.

Tante le reazioni nel mondo politico all’annuncio dell’apertura dell’App iOs center. Tra le quali quella dell’ex sindaco e prossimo candidato alle primarie del centrosinista per riproporsi come primo cittadino di Napoli, Antonio Bassolino.

L’entusiasmo viene tutto da esponenti della maggioranza, mentre l’europarlamentare di Forza Italia, Fulvio Martusciello, mostra scetticismo. “Vedere per credere.
L’annuncio fumoso di un prossimo investimento a Napoli della Apple da parte di Renzi al momento è solo questo. Ed è perciò quantomeno singolare il coro di elogio che parte da settori del Pd senza che ci siano concretezze”.

La prudenza non è mai troppa, va però chiarito che ad annunciare l’apertura del centro non è stato solo il premier, ma una nota ufficiale di Apple.