ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Erano tutti militari della Legione Straniera le vittime della valanga di Valfréjus

Meno di una settimana è trascorsa tra due dei più gravi incidenti avvenuti negli ultimi anni sulle Alpi francesi. Cinque soldati della Legione

Lettura in corso:

Erano tutti militari della Legione Straniera le vittime della valanga di Valfréjus

Dimensioni di testo Aa Aa

Meno di una settimana è trascorsa tra due dei più gravi incidenti avvenuti negli ultimi anni sulle Alpi francesi. Cinque soldati della Legione Straniera sono rimasti uccisi da una valanga a Valfréjus, in Savoia. Tredici i militari che sono rimasti coinvolti nell’incidente avvenuto durante un allenamento del secondo reggimento del genio Saint-Christol.

La valanga si è abbattuta sul gruppo poco prima delle due del pomeriggio di ieri a circa 2.000 di altitudine, in prossimità del Col du Petit Argentier.

Il gruppo che stava partecipando all’allenamento era costituito in tutto da una cinquantina di militari. Otto tra di loro sono rimasti feriti, due dei quali sono stati rinvenuti in stato di ipotermia grave. Sono rimasti sepolti su uno strato di 3 metri di neve.

I soldati feriti sono ricoverati a Grenoble e Saint-Jean-de-Maurienne. I soldati coinvolti nell’incidente sono originari dell’Est Europa e del Nepal. Il Presidente della Repubblica François Hollande ha espresso la “solidarietà della Nazione”. Il Ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian sarà questa mattina, martedì 19 gennaio, a Valfréjus.