ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, possibile ritardo sui colloqui di pace

La formazione di un governo di transizione e le elezioni entro 18 mesi sono tra le decisioni prese a Vienna a novembre dai 17 paesi presenti ai

Lettura in corso:

Siria, possibile ritardo sui colloqui di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

La formazione di un governo di transizione e le elezioni entro 18 mesi sono tra le decisioni prese a Vienna a novembre dai 17 paesi presenti ai colloqui.

Il governo siriano dovrebbe cominciare le trattative di pace con l’opposizione a Ginevra nel giro di una settimana, questo mese. Ma, le Nazioni Unite per mantenere la data del 25 gennaio, dettano delle condizioni.

Farhan Haq, portavoce delle Nazioni Unite: “L’ONU emetterà gli inviti appena i paesi alla guida del processo internazionale di supporto alla Siria raggiungeranno un accordo su quali gruppi dell’opposizione dovrebbero essere presenti. Il Segretario generale esorta i paesi a raddoppiare gli sforzi per raggiungere tale accordo”.

Intanto, a Mosca, Vladimir Putin incontra l’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani con lo scopo di cercare soluzioni su questioni complicate riguardanti Siria e Medio Oriente.

Sergei Lavrov, ministro degli esteri russo: “Il Qatar e la Russia sperano che, cosí come richiesto dalle Nazioni Unite, il governo siriano cominci le trattative con le forze di opposizione al piú presto, già questo mese”.

Lunedí l’esercito turco ha bombardato Azaz, nel nord della Siria, da cui poche ore prima era partito il razzo katiuscia che ha colpito il giardino di una scuola media turca a Kilis, vicino al confine, ucciso una bidella e ferito una studentessa.