ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il blitz all'hotel Splendid di Ouagadougou


Burkina Faso

Il blitz all'hotel Splendid di Ouagadougou

Una trentina di ostaggi sono stati liberati grazie al blitz all’hotel Splendid di Ouagadougou, in Burkina Faso. Fra loro anche un ministro del locale governo. La metà circa è uscita indenne, gli altri sono feriti.

Nell’albergo della capitale, dalla serata di ieri, era in atto un attacco terroristico che ha provocato almeno 30 morti, stando a un bilancio basato su intercettazioni del commando realizzate da una struttura di intelligence americana. Fonti ospedaliere locali parlano di una ventina di morti, le cifre non sono ancora chiare.

L’albergo si trova nel centro del quartiere degli affari, sull’Avenue Nkrumah, una delle principali arterie della capitale, ed è frequentato da una clientela internazionale.
Prima di penetrarvi gli assalitori avevano già aperto il fuoco in un vicino ristorante, dove i pompieri hanno ritrovato una decina di cadaveri.

La hall dell’albergo era in fiamme all’inizio dell’azione, che è tuttora in corso. Il commando era composto a quanto pare da tre jihadisti, ma c‘è anche chi parla di un numero più alto.

Al blitz partecipano anche i soldati francesi di stanza alle porte di Ouagadougou, con il supporto dell’intelligence e della sorveglianza aerea senza pilota statunitense.

In previsione del blitz, le autorità avevano disposto un perimetro di sicurezza intorno allo Splendid imponendo il coprifuoco notturno e chiedendo ai residenti di evitare la zona.

questa volta non è l’Isil

L’azione terroristica è stata rivendicata dall’Aqmi, ossia l’organizzazione di Al Qaida nel Maghreb islamico.

L’Aqmi ha stretto un’alleanza con il gruppo Al-Mourabitoune, guidato da Mokhtar Belmokhtar, uno dei capi jihadisti più temuti di tutto il Sahel. L’organizzazione di Belmokhrtar aveva rivendicato l’assalto del novembre scorso a un altro albergo, il Radisson blu di Bamako, nel vicino Mali. Il bilancio era stato di 20 morti.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Germania: cala popolarità governo, cresce vendita armi