ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo in un campo profughi, premiata la Federazione Internazionale

La Federazione Internazionale di Judo ricompensata per aver portato la disciplina in un campo profughi in Turchia. Il Creative Sports Award, ricevuto

Lettura in corso:

Judo in un campo profughi, premiata la Federazione Internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

La Federazione Internazionale di Judo ricompensata per aver portato la disciplina in un campo profughi in Turchia. Il Creative Sports Award, ricevuto a Dubai, circa 230mila euro,sarà reinvestito in gran parte nell’attività a favore dei rifugiati.

Il programma Judo per la Pace, diretto dal responsabile comunicazione della Federazione, Nicolas Messner, ha avvicinato allo sport 300 ragazzi del campo di Kilis, al confine con la Siria, con corsi quasi settimanali nel 2015.

Messner ha sottolineato il ruolo di strumento educativo dello judo, che insegna valori come amicizia, autocontrollo, rispetto. I giovani siriani inoltre sono entrati in contatto con i coetanei turchi grazie alla disciplina.

Nel campo di Kilis vivono circa 17mila siriani, 10mila hanno meno di 15 anni. L’obiettivo dell’organizzazione è coinvolgere un numero maggiore di ragazzi, rivolgersi in particolare alle ragazze, ed estendere il progetto ad altri campi profughi.