ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Borse europee, fallito il tentativo di rimbalzo. La Cina pesa sul greggio

Lettura in corso:

Borse europee, fallito il tentativo di rimbalzo. La Cina pesa sul greggio

Borse europee, fallito il tentativo di rimbalzo. La Cina pesa sul greggio
Dimensioni di testo Aa Aa

Avvio di settimana all’insegna dei tentativi di rimbalzo per le Borse europee dopo i tracolli di inizio anno. Sfortunatamente i listini hanno azzerato i guadagni dopo l’apertura incerta di Wall Street: Milano perde mezzo punto percentuale nella giornata in cui Monte dei Paschi di Siena crolla per la prima volta sotto quota 1 euro.

Molta della crescita nella domanda di petrolio veniva dalla Cina. Per cui è normale, quando ci sono timori sulla crescita cinese, vedere il greggio sotto pressione

Sullo sfondo, nonostante la ripresa del settore del lusso (Ferragamo e Moncler) continuano a persistere i timori per il rallentamento della Cina: “Veniamo da una situazione in cui il Paese era il consumatore di prima e ultima istanza, in generale, nei mercati delle materie prime. E molta della crescita incrementale nella domanda globale di petrolio veniva dalla Cina”, afferma Mike Ingram di BGC. “Per cui è normale, quando ci sono timori sulla crescita cinese, vedere materie prime e petrolio sotto pressione”, aggiunge.

Complici i segnali contradditori nella politica dei cambi della banca centrale di Pechino, questo lunedì è stata un’altra giornata da dimenticare per le borse cinesi. Sia l’indice composito di Shanghai che quello di Shenzen hanno ceduto oltre cinque punti percentuali. Il petrolio, di conseguenza, è sceso sotto i 32 dollari al barile.