ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: cancelliera Merkel sotto pressione dopo le aggressioni a Colonia

L’estrema destra riesce a mobilitare soltanto una decina di manifestanti a Colonia contro i rifugiati, che ha subito accusato delle violenze contro

Lettura in corso:

Germania: cancelliera Merkel sotto pressione dopo le aggressioni a Colonia

Dimensioni di testo Aa Aa

L’estrema destra riesce a mobilitare soltanto una decina di manifestanti a Colonia contro i rifugiati, che ha subito accusato delle violenze contro le donne commesse da un migliaio di uomini la notte di San Silvestro. Sono stati fischiati da un gruppo di 150 contro-manifestanti venuti a protestare contro i fascisti.

La vicenda ha alimentato ulteriormente il dibattito sulla politica del governo tedesco nei confronti dei rifugiati, dopo che la polizia ha affermato che gli aggressori sembrerebbero di origine araba o nordafricana.

La cancelliera Merkel ha dovuto affrontare le critiche dei cristiano-sociali di Horst Seehofer, che chiedono limiti alla politica migratoria e che l’hanno invitata alla conferenza annuale del partito in Baviera.

“È molto importante ottenere una notevole riduzione del flusso dei rifugiati, lavorando sulle cause, ma anche applicando misure come un miglior rimpatrio dei richiedenti asilo respinti”, ha affermato Angela Merkel.

Contro le violenze martedì sera a Colonia avevano manifestato circa 400 persone, in gran parte donne. La notte di Capodanno un centinaio di donne è stato vittima di molestie e rapine, vicino alla Cattedrale. Denunciato almeno uno stupro. Il ministro dell’Interno de Maizière ha criticato la mancata reazione della polizia.

“All’improvviso quegli uomini attorno a noi hanno cominciato a palpeggiarci”, racconta una donna che ha voluto mantenere l’anonimato. “Ci toccavano le natiche e ci afferravano fra le gambe. Ci hanno toccato dappertutto. Un tizio mi ha strappato la borsa”.

“Sentivano di aver potere, di poter fare di tutto con le donne che erano per strada a festeggiare”, testimonia un’altra vittima. “Ci hanno toccato in ogni parte del corpo. È stato orribile”.

La polizia ha identificato tre sospetti. La procura di Colonia non ha escluso il carattere organizzato delle aggressioni. Denunce di molestie sono state presentate anche a Stoccarda e ad Amburgo.