ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il modello Orban fa scuola nell'Europa dell'Est

Frontiere chiuse per i migranti, muri che si innalzano in diversi stati europei, la politica del leader nazionalista ungherese Victor Orban ha sempre

Lettura in corso:

Il modello Orban fa scuola nell'Europa dell'Est

Dimensioni di testo Aa Aa

Frontiere chiuse per i migranti, muri che si innalzano in diversi stati europei, la politica del leader nazionalista ungherese Victor Orban ha sempre piu’ successo e non solo in Ungheria. Anche la Slovacchia ad esempio ha deciso di combattere in tribunale le quote imposte dall’Europa per accogliere i rifugiati.

Le scelte del primo ministro ungherese Viktor Orban hanno successo soprattutto nei paesi dell’Est e del nord Europa, e sembrano risvegliare fantasmi del passato, sottolinea il corrispondente a Bruxelles del giornale francese Liberation, Jean Quatremer:

“Credo che si tratti di una vera vittoria ideologica di Viktor Orban: oggi tutti prendono misure piu’ o meno equivalenti a quelle del signor Orban, persino la sinistra francese. Non parliamo poi della sinistra slovacca che stata superando Orban dall’estrema destra. Si sta riducendo lo spazio della libertà, lo stato di diritto, e questo ricorda gli anni ’30.”

La politica nazionalista dell’ungherese Orban fa scuola anche negli strumenti per consolidare il consenso. Come in Ungheria, anche in Polonia il partito ultraconservatore Diritto e Giustizia, giunto al potere ha modificato la legge dei media. I quadri dirigenti della radio e della tv pubblica saranno ora nominati dal governo. Diversi giornalisti polacchi si sono già dimessi in protesta.

La Commissione europea ha minacciato di aprire una procedura di infrazione contro Varsavia, ne discuterà il 13 gennaio.

Sottolinea Quatremer: “La Polonia è nello spirito di epurazione che stiamo vivendo. Stiamo assistendo ad una deriva liberticida all’interno dell’Unione europea. In fondo Orban ha solo mostrato la strada” .