ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama prova a fare una stretta sulle armi da fuoco. Oggi l'annuncio delle misure

Rinforzare i controlli sulle armi da fuoco. L’amministrazione statunitense ci riprova, adesso che il secondo mandato Obama è agli sgoccioli e il

Lettura in corso:

Obama prova a fare una stretta sulle armi da fuoco. Oggi l'annuncio delle misure

Dimensioni di testo Aa Aa

Rinforzare i controlli sulle armi da fuoco. L’amministrazione statunitense ci riprova, adesso che il secondo mandato Obama è agli sgoccioli e il presidente ha dunque le mani più libere.

Malgrado l’ositilità del Congresso, che impedirebbe l’approvazione di qualunque misura, l’inquilino della Casa bianca ha forse trovato il modo di aggirare la maggioranza parlamentare repubblicana, utilizzando i propri poteri esecutivi.

Concretamente, il pacchetto di misure dovrebbe essere annunciato nella giornata di oggi, all’indomani dell’incontro fra Barack Obama, la procuratrice generale Loretta Lynch e il capo della Polizia federale James Comey.

Anche se questi provvedimenti non impediranno tutti i crimini violenti, non eviteranno tutte le stragi, non strapperanno via ogni pistola dalle mani dei criminali – ha detto il presidente – potenzialmente potranno salvare vite umane in questo paese e risparmiare un po’ di dolore e di lutti ad altre famiglie, dopo che tante hanno già sofferto.

più armi che persone

Con in più l’aggravante del terrorismo, l’ultima strage su vasta scala, negli Stati uniti, risale al 2 dicembre. A San Bernardino in California erano morte 14 persone, sotto i colpi di una coppia di fondamentalisti.

Il pacchetto che Obama vorrebbe varare dovrebbe prevedere un rafforzamento dei controlli sulla fedina penale e sullo stato mentale di chi acquista armi. Dovrebbe esserci inoltre una norma per rendere più approfondite le indagini su pistole e fucili smarriti o rubati.

Negli Stati uniti ci sono più armi che persone. Secondo i dati del Congresso, nel paese circolerebbero 357 milioni di armi da fuoco per una popolazione di meno di 319 milioni di abitanti.

Dalla parte di Obama si sono ormai schierati anche alcuni grandi nomi, come l’ex sindaco di New York, Michael Blomberg. Ma la lobby dei costruttori è potentissima e si appoggia sul famoso Secondo emendamento della Costituzione, che garantisce il diritto di possedere armi.