ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Capodanno: tutti in piazza nonostante la paura

Nonostante siano quasi state cancellate per via delle minacce terroristiche e nonostante lo Stato di Emergenza che vige in tutta la Francia dagli

Lettura in corso:

Capodanno: tutti in piazza nonostante la paura

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante siano quasi state cancellate per via delle minacce terroristiche e nonostante lo Stato di Emergenza che vige in tutta la Francia dagli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre, le celebrazioni per il Capodanno sugli Champs Elysées si terranno regolarmente. Le misure di sicurezza sono state rafforzate.

Non si può dimenticare:“Gli attentati ci ritornano sempre in mente, ma bisogna ignorare il pensiero e continuare a vivere la propria vita”, spiega un uomo che passerà il Capodanno in piazza.

Niente petardi e fuochi d’artificio. E divieto di portare in piazza bicchieri e bottiglie di vetro.
Inoltre quest’anno le tradizionali proiezioni di immagini sull’Arco di Trionfo saranno più brevi del solito per “evitare un eccessivo raggruppamento di persone per troppo tempo nello stesso luogo”.

Misure di sicurezza rafforzate anche a Berlino: saranno 1.700 i poliziotti che vigileranno sugli eventi più importanti dell’ultima notte dell’anno. 900 solo alla Porta di Brandeburgo.

“Abbiamo molto più personale di sicurezza e la video sorveglianza. Proibiremo l’ingresso con valigie e zaini. Ci saranno controlli severissimi alle entrate. Questo significa che i tempi di attesa per l’ingresso si allungheranno, anche perché ci aspettiamo che arrivino centinaia di migliaia di persone”.

Intanto in Belgio due persone sono state arrestate tra domenica e lunedì perchè sospettate di aver pianificato un attacco nel centro di Bruxelles la notte di Capodanno. Anche qui le misure di sicurezza sono state adeguate al massimo livello d’allerta.