ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Inghilterra del Nord, polemiche sui tagli ai fondi contro le inondazioni

Inghilterra del Nord in ginocchio a causa di piogge torrenziali e inondazioni. A York, una delle città più colpite, la tregua concessa dal maltempo

Lettura in corso:

Inghilterra del Nord, polemiche sui tagli ai fondi contro le inondazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Inghilterra del Nord in ginocchio a causa di piogge torrenziali e inondazioni. A York, una delle città più colpite, la tregua concessa dal maltempo martedì ha permesso un primo ritorno alla normalità. Già a partire dalla notte di mercoledì, però, è previsto l’arrivo di una nuova perturbazione sulla Cumbria e sulla Scozia. Tra Galles e Inghilterra l’allerta inondazione interessa ancora nove località.

Point of view

I politici utilizzano questa storia della bravura dei nostri soldati per camuffare il fatto che hanno operato delle scelte di bilancio che hanno causato questa situazione

“Noi non c’eravamo. Ma, stando ai nostri vicini, nessuno è arrivato avvertendo che si trattava di una vera emergenza. Niente sirene né autoparlanti…”, afferma un abitante di York. “I politici – si lamenta – utilizzano questa storia della bravura dei nostri soldati per camuffare il fatto che hanno operato delle scelte di bilancio che hanno causato questa situazione… Si nascondono, come sempre”.

Inevitabile, dopo l’evacuazione di migliaia di case, la pioggia di polemiche. Il governo di David Cameron (che ieri aveva visitato York) è accusato di aver tagliato i fondi contro le sempre più frequenti inondazioni.

“È arrivato l’esercito, i pompieri… Onestamente non credo si potesse fare di più”, risponde il sottosegretario Rory Stewart. “Gli sforzi sono al massimo. Non si tratta solo di singoli interventi, parliamo di gente che ha lavorato tutto il periodo natalizio. Non solo io, ma tutti i servizi d’emergenza, i volontari. È uno sforzo enorme”, aggiunge.

L’esercito si sta servendo degli elicotteri della Raf per trasportare i sacchi di sabbia necessari a mettere in sicurezza le strade. Tante vie rimangono chiuse, ma la corrente è tornata in numerose abitazioni rimaste tagliate fuori dalla Rete. Al momento, fortunatamente, non si registrano vittime.