ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, il Re nel suo discorso di Natale lancia un appello all'unità e al dialogo politico

“Il pluralismo espresso dalle urne comporta l’esercizio del dialogo politico:” così il re di Spagna nel suo discorso di Natale nel Palazzo Reale, il

Lettura in corso:

Spagna, il Re nel suo discorso di Natale lancia un appello all'unità e al dialogo politico

Dimensioni di testo Aa Aa

“Il pluralismo espresso dalle urne comporta l’esercizio del dialogo politico:” così il re di Spagna nel suo discorso di Natale nel Palazzo Reale, il secondo dalla sua ascesa al trono. Filippo VI ha fatto appello all’unità del Paese.

“Non dobbiamo dimenticare che infrangere la legge, imporre un’idea o un progetto sulla volontà di altri spagnoli, nella nostra storia ci ha portato solo al degrado, all’impoverimento e all’isolamento”, ha detto Filippo VI con un chiaro riferimento anche alle spinte secessione della Catalogna.

“Rispettare l’ordine costituzionale significa”, ha detto ancora il re di Spagna,“difendere la convivenza democratica, i diritti e le libertà di tutti i cittadini, la diversità culturale e territoriale”.

In un momento storico critico, Filippo VI ha lanciato un appello all’impegno. “In Spagna inizia una nuova legislatura che richiede tutti gli sforzi, tutte le energie, tutta la volontà delle nostre istituzioni democratiche per garantire e consolidare quanto è stato realizzato nel corso degli ultimi decenni e adattare i nostri progressi politici alla realtà della società spagnola di oggi”, ha detto.

Dal voto del 20 dicembre non è uscito un vincitore in grado di formare autonomamente un esecutivo. Un governo di larghe intese è ancora lontano all’orizzonte. Pablo Iglesias, leader di Podemos, sta lavorando a una grande coalizione di sinistra.

Intanto, il leader dei socialisti spagnoli, Pedro Sanchez ha chiuso la porta a un eventuale nuovo esecutivo guidato dal premier uscente. L’ha aperta, invece, la formazione dei conservatori liberali spagnoli Ciudadanos, guidata da Albert Rivera, che ha proposto al Partito popolare e al Partito socialista spagnolo di parlare attorno a un tavolo.