ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tutankhamon ritrova la sua barba. Completato restauro maschera funeraria del faraone

Tutankhamon torna in tutto il suo splendore, barba compresa. Dopo oltre due mesi di lavoro, la mashera funeraria in oro massiccio è stata presentata

Lettura in corso:

Tutankhamon ritrova la sua barba. Completato restauro maschera funeraria del faraone

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutankhamon torna in tutto il suo splendore, barba compresa. Dopo oltre due mesi di lavoro, la mashera funeraria in oro massiccio è stata presentata al Museo del Cairo.

Danneggiata durante dei lavori al sistema d’illuminazione dei reperti ad agosto 2014, la barba del misterioso sovrano era stata sommariamente incollata dai dipendenti del museo stesso. Una operazione che aveva lasciato tracce evidenti del collante utilizzato.

“È importante non limitarsi ad effettuare un semplice restauro tecnico” spiega Stephan Seidlmayer, responsabile della squadra di archeologi tedeschi che ha effettuato l’intervento. “Bisogna capire in primo luogo il carattere originale dell’oggetto. Significa considerare il materiale, la tecnica e gli strumenti di produzione usati nell’antichità. Soltanto attraverso una comprensione a 360° si può scegliere il modo migliore per restaurare e conservare in modo coerente il carattere originale dell’opera”.

La tomba di Tutankhamon è stata scoperta nel 1922 dal britannico Howard Carter. La maschera funeraria è uno dei pezzi più prestigiosi del Museo del Cairo.

Il corrispondente di euronews al Cairo Mohammed Shaikhibrahim: “La riscoperta di tesori antichi in Egitto non è cosa complicata. La vera sfida sono il restauro e la conservazione di questo patrimonio contro l’azione del tempo e contro i furti. Una grande responsabilità per gli esperti da un lato e le autorità dall’altro in un Paese nel quale la maggior parte del patrimonio archeologico è ancora sepolto”.