ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Pakistan canta a un anno dalla strage di Peshawar: "L'educazione porta la pace"

“Il figlio del mio nemico avrà un libro in mano”: in Pakistan è questa la promessa di vendetta a un anno dalla strage dei talebani alla scuola

Lettura in corso:

Il Pakistan canta a un anno dalla strage di Peshawar: "L'educazione porta la pace"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Il figlio del mio nemico avrà un libro in mano”: in Pakistan è questa la promessa di vendetta a un anno dalla strage dei talebani alla scuola militare di Peshawar che ha causato oltre 150 morti, quasi tutti bambini. L’educazione porta la pace: è questo il messaggio veicolato da questa canzone realizzata dall’esercito pakistano per rendere omaggio alle vittime della scuola frequentata da figli di militari.

Anche a Lahore con candele bianche si è ricordato quel tragico 14 dicembre del 2014 quando un commando di talebani con indosso uniformi delle forze di sicurezza ha fatto irruzione nella scuola che si trova nel Pakistan nord-occidentale. Hanno prima aperto il fuoco nell’auditorium, poi cercato e colpito gli studenti classe per classe con mitra e bombe a mano.

I talebani avevano rivendicato l’attacco come una risposta all’offensiva che le forze di sicurezza pachistane stavano conducendo nell’area tribale del Nord Waziristan, una roccaforte dei guerriglieri islamisti.