ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, Homs torna sotto controllo governativo

L’accordo tra ribelli e regime di Bashar al Assad, pone fine a 4 anni di guerra, che hanno reso la “roccaforte della rivoluzione” un cumulo di

Lettura in corso:

Siria, Homs torna sotto controllo governativo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo tra ribelli e regime di Bashar al Assad, pone fine a 4 anni di guerra, che hanno reso la “roccaforte della rivoluzione” un cumulo di macerie. Su Homs torna il controllo governativo, in cambio ai ribelli viene lasciata via libera alla fuga. Le armi tacciono dopo troppo tempo e per i civili questo è un nuovo inizio:

“Tutto è perfetto, racconta un residente della città vecchia, Io sono un abitante di questo quartiere e sto pensando ad aprire un negozio qui, una macelleria, vedete c‘è già un alimentari e ci sono altri negozi. Tutto è perfetto e speriamo resti così”.

Da quasi tre anni nel quartiere di Waer, bastione dei ribelli, le forze governative hanno lasciato entrare di tanto in tanto derrate alimentari. Ora il blocco è tolto, i combattenti lasceranno la città, sarebbero circa 3mila. 35 prigionieri dell’opposizione sono stati già liberati.

“Speriamo che il Paese possa tornare come era prima – afferma una residente di Waer – speriamo di poter tornare nelle nostre case. Speriamo che tutta la Siria possa tornare ad essere un Paese sicuro in cui vivere”.

In tanti sperano che questo genere di accordo, siglato a livello locale, possa essere replicato in altre zone del Paese, in modo da creare “zone di pace”, che in un clima più disteso conducano alla creazione di un governo di transizione.