ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia abbatte jet russo, la Nato convoca un Consiglio atlantico straordinario

Ankara "invaso spazio aereo", ma Mosca nega sconfinamento

Lettura in corso:

Turchia abbatte jet russo, la Nato convoca un Consiglio atlantico straordinario

Dimensioni di testo Aa Aa

Un jet russo è stato abbattuto dagli F-16 turchi lungo la frontiera con la Siria. L’ordine di colpirlo sarebbe stato dato direttamente dal premier turco, Ahmet Davutoglu, che ha poi avviato una consultazione d’urgenza con la Nato, l’Onu e i Paesi interessati. La Nato ha convocato un Consiglio atlantico straordinario.

Secondo l’esercito turco, l’aereo militare ha violato lo spazio aereo nel distretto di Yayladag, nella provincia sudorientale di Hatay, e l’abbattimento è avvenuto solo dopo che il velivolo aveva ignorato 10 avvertimenti nell’arco di 5 minuti. Il ministero della Difesa russo nega però lo sconfinamento. “Il jet russo non ha risposto agli avvertimenti turchi”, dice il portavoce del Pentagono, Steve Warren, confermando che gli Stati Uniti sono stati informati da Ankara.

Mistero sulle sorte dei due piloti a bordo del Sukhoi-24 che si sono lanciati con il paracadute. Secondo fonti della sicurezza turca sarebbero ancora vivi. I ribelli turcofoni del nord della Siria si assumono invece la responsabilità di averli uccisi: “I piloti sono stati ritrovati già morti- dice Alpeslan Celik, capo di un commando delle forze turcomanne – Sono morti entrambi”.

“Dove sono ora?”, chiede un giornalista turco.

“Verso l’interno – risponde Alpeslan Celik – li stanno recuperando”.

Domanda: “Sono morti lanciandosi con il paracadute?”

“Io e i miei commilitoni abbiamo sparato in aria. Sono morti durante la discesa”, conclude il capo dei combattenti turcomanni.

Il jet militare russo è stato abbattuto nonostante l’accordo tra Mosca e Washington per evitare incidenti tra gli aerei militari, sottolinea il Cremlino. Il 16 ottobre, l’esercito di Ankara aveva già abbattuto un drone di fabbricazione russa.