ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Egitto, seconda fase del voto. Scelta fittizia per dare ad Al-Sissi un nuovo Parlamento


Egitto

Egitto, seconda fase del voto. Scelta fittizia per dare ad Al-Sissi un nuovo Parlamento

Una selva di nomi per mascherare la farsa delle elezioni in Egitto. La seconda fase delle legislative si tiene al Cairo questa domenica e lunedì. La lunga lista di partiti alternativi in realtà allineati al potere del Presidente Abdel Fattah Al-Sissi e l’assenza dei Fratelli Musulmani dalla competizione non hanno scoraggiato una minoranza di elettori in fila alle urne:

“Sono venuta a votare per il bene del nostro Paese e per il futuro dei nostri giovani, per vivere in sicurezza e stabilità. Spero che l’Egitto resti forte, che il Paese non crolli” ha detto ai microfoni di euronews una elettrice del Cairo.

“Spero che questo Parlamento sarà diverso dal precedente, spero che passeranno dei cambiamenti significativi per il Paese, con una cooperazione a tutti i livelli della società e spero che saremo una comunità più felice” afferma un giovane residente della capitale.

La prima fase del voto, che si era svolta in ottobre, aveva fatto registrare un’affluenza di poco inferiore al 22%. Secondo gli osservatori il Parlamento in cui siedono 596 deputati sarà semplicemente un’assemblea pronta a convalidare le decisioni di Al-Sissi.

Il corrispondente di euronews al Cairo Mohammed Shaikhibrahim: “Sono numerose le sfide per il prossimo Parlamento. La prima sarà eradicare la fame, la povertà, bloccare il deterioramento dei servizi di base per i cittadini egiziani che ancora attendono i frutti della rivoluzione che avviarono ormai 4 anni fa”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Bruxelles: grande operazione antiterrorismo della polizia, bloccato il centro