ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo, Qingdao: le finali della seconda giornata

Prosegue il Grand Prix di judo di Qingdao, in Cina, dove la padrona di casa Yang Junxia fa risuonare l’inno nazionale, imponendosi tra le donne -63

Lettura in corso:

Judo, Qingdao: le finali della seconda giornata

Dimensioni di testo Aa Aa

Prosegue il Grand Prix di judo di Qingdao, in Cina, dove la padrona di casa Yang Junxia fa risuonare l’inno nazionale, imponendosi tra le donne -63 kg. La ventiseienne cinese torna a vincere, dopo un anno di digiuno, battendo per ippon la turca Büşra Katipoğlu.

Senza la numero 1del tabellone Gevrise Emane, eliminata subito, nella categoria -70 kg a divertirsi sono le avversarie, in particolare Barbara Matić e Iljana Marzok, protagoniste della finale. Ad imporsi è la 20enne croata, che mette fuori gioco la tedesca con un drop-seoi-nage.

Successo giapponese, tra gli uomini -73 kg. A prendersi la medaglia del metallo piu’ pregiato è Soichi Hashimoto, che mette al tappeto per ippon dopo due minuti, l’azero Rustam Orujov. Per il judoka nipponico si tratta della vittoria piu’ importante della sua carriera internazionale.

Chiudiamo con la categoria -81 kg, dove ritrova il sorriso il vicecampione olimpico a Pechino 2008, Wang Ki-Chun. Il 26enne sudcoreano, a secco di ori da tre anni, ha la meglio per waza-ari al golden score, sul giapponese Goki Maruyama.