ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo, Quingdao: 2 ori a testa per Azerbaigian e Giappone nella 1a giornata

Apre i battenti con le prime cinque finali, il Grand Prix di judo di Qingdao, in Cina. Nella piu’ bassa categoria di peso femminile, la campionessa

Lettura in corso:

Judo, Quingdao: 2 ori a testa per Azerbaigian e Giappone nella 1a giornata

Dimensioni di testo Aa Aa

Apre i battenti con le prime cinque finali, il Grand Prix di judo di Qingdao, in Cina. Nella piu’ bassa categoria di peso femminile, la campionessa mondiale 2013, Urantsetseg Munkhbat viene sorpresa dalla giovane promessa giapponese Funa Tonaki. La mongola viene messa al tappeto con un ko-uchi-gari per ippon.

Il Giappone raddoppia nella categoria superiore. La 29enne Yuka Nishida torna sul gradino piu’ alto del podio, battendo in finale la turkmena Gulbadam Babamuratova. La judoka nipponica vince grazie a uno stupendo drop-morote-seoi-nage per ippon.

Tra le donne -57 kg, a imporsi è invece Sumiya Dorjuren. La mongola, numero 1 del ranking mondiale, immobilizza sul tatami cinese la tedesca Miryam Roper, che pero’ si consola ritrovando finalmente il podio.

Passando agli uomini, -60 kg, risuona l’inno azero. E’ Ilgar Mushkiyev a mettersi infatti al collo la medaglia del metallo piu’ pregiato. Il 25enne, al primo podio stagionale, ha la meglio per uno yuko di differenza sull’olandese Jeroen Mooren. I due atleti precedentemente avevano messo a segno un waza-ari a testa.

Chiudiamo infine con un altro successo per l’Azerbaigian. E’ Nijat Shikhalizada a chiudere la pratica Tumurkhuleg Davaadorj in soli 45 secondi. Un ura-nage basta al vincitore dello Slam di Baku per cogliere il secondo successo del 2015.