ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hasna Aitboulahcen non si è fatta esplodere

Non è morta da kamikaze Hasna Aitboulahcen, la cugina di Abdelhamid Abaaoud. Lo afferma la polizia francese, che nelle scorse ore ha confermato la

Lettura in corso:

Hasna Aitboulahcen non si è fatta esplodere

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è morta da kamikaze Hasna Aitboulahcen, la cugina di Abdelhamid Abaaoud. Lo afferma la polizia francese, che nelle scorse ore ha confermato la sua identificazione, mentre le immagini del suo profilo sui social network rivelano che solo negli ultimi mesi era diventata un’integralista.
Non è chiaro se sia morta per i colpi della polizia o a causa di una terza persona, che potrebbe essersi fatta esplodere.

Un terzo corpo, oltre a quelli della ragazza e di Abdelhamid Abaaoud, è stato ritrovato tra le macerie dell’appartamento. Ancora ignota la sua identità.

Mentre continuano i rilievi a Saint Denis, ci si chiede cosa non abbia funzionato negli scambi di informazioni tra Paesi europei, visto che uno dei kamikaze, Samy Amimour, già indagato per l’intenzione di andare a combattere nello Yemen è potuto partire e tornare senza essere intercettato.
Ci si domanda anche perché l’antiterrorismo belga non ha avvisato la Francia di aver schedato i fratelli Abdeslam.

Di Salah Abdelsalam, per il quale è stato spiccato un mandato di cattura internazionale, l’Interpol ha diramato identikit che tengono conto di possibili travestimenti.

È confermato che le impronte digitali di due degli attentatori suicidi dello Stade de France corrispondono a quelle rilevate in Grecia il 3 ottobre, durante l’identificazione di migranti.