ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Tous au bistrot': Parigi combatte il terrorismo sotto l'acqua

Immaginiamo Parigi una sera qualunque, sarebbe stata esattamente cosí; la gente per le strade e sotto la pioggia, che si ritrova nei bistrot. Dopo

Lettura in corso:

'Tous au bistrot': Parigi combatte il terrorismo sotto l'acqua

Dimensioni di testo Aa Aa

Immaginiamo Parigi una sera qualunque, sarebbe stata esattamente cosí; la gente per le strade e sotto la pioggia, che si ritrova nei bistrot.
Dopo gli attacchi terroristici di venerdí la città è scossa, ma i parigini vogliono reagire.

“Voglio continuare a vivere una vita normale – dice un uomo seduto in un locale – . Decidere se andare o non andare al bar, indipendentemente da quello che faranno i terroristi”.

“Abbiamo bisogno di mostrare che non cambieremo le nostre abitudini – dice una donna davanti all’Opera – , che continueremo a nutrirci di cultura, della parte buona della vita, quella dell’arte e del balletto.”

Dentro a un bar sta per cominciare la partita amichevole tra Inghilterra e Francia, che si svolge a Wembley: le note della Marsigliese si diffondono dal televisore, ma anche dall’interno del locale, dalle voci dei suoi clienti.

“Devo essere onesta – spiega una tifosa – , canto l’inno ogni volta che gioca la Francia, ma questa sera c‘è una ragione in piú per cantarlo dopo i tragici eventi che abbiamo appena vissuto. Dobbiamo sentirci tutti uniti, in comunione con il popolo francese, tutti insieme.”

Fabien Farge, Parigi, euronews: Nonostante la tensione e la pioggia, i parigini sono usciti a cena e a godersi la serata. Sono usciti per guardare la partita e cantare l’inno nazionale tutti insieme e dimostrare che la Francia che amano è la Francia che ama la vita, sono usciti per vincere il match della libertà. La libertà che si vuole difendere in Francia, a Parigi e nel mondo intero.