ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quel che ci riserva il CES 2016 a Los Angeles

Lettura in corso:

Quel che ci riserva il CES 2016 a Los Angeles

Dimensioni di testo Aa Aa

A due mesi dal CES 2016, che si apre in gennaio a Las Vegas, alcune nuove trovate della tecnologia di consumo sono state presentate a New York

A due mesi dal CES 2016, che si apre in gennaio a Las Vegas, alcune nuove trovate della tecnologia di consumo sono state presentate a New York. Parliamo di smart home, wellness, sports, robotica, automotive, realtà virtuale e non solo.

Col diffondersi delle birre artigianali i consumatori potranno presto produrre la loro birra direttamente a casa con Pico Brew. Questo piccolo apparecchio da banco produce facilmente la birra e si gestisce come un forno a microonde. L’apparecchio consente agli utenti di combinare le materie prime della loro birra preferita per produrne cinque litri. Si puo’ ridurre o aumentare il tasso di alcool o modificare l’amarezza. Il prezzo è di più di 1.550 dollari!

AVI GEIGER, dirigente PICO BREW: “Si puo’ produrre birra che diversamente sarebbe inaccessibile o introvabile. Se vi interessa una birra cosi’, viva, certo non andate in pellegrinaggio alla fabbica di birra ovunque sia per comprarla. E nemmeno comprerete bottiglie di birra a 15 dollari l’una quando potete farvela anche in modo personalizzato per uno o due dollari al litro. E’ il piacere di avere un prodotto fresco”.

Questa è la Sensor Sphere che puo’ fare diverse cose per voi. La sfera robotizzata è dotata di telecamera ad alta definizione e di diversi sensori e puo’ rilevare diverse cose come la temperatura, l’umidità, il fumo, l’anidride carbonica.

L’utente puo’ controllarla da uno smartphone e farla spostare in casa. Sensor Sphere ha una connessione Wi-Fi ed è pensata per potersi dedicari a diverse funzioni.

OMAR BARLAS, ideatore di SENSOR SPHERE: “ Con questo sistema avete solo bisogno di una palla che si può mandare in giro da una stanza all’altra ed possibile anche lo streaming di video o audio in diretta, con informazioni sulla temperatura e l’umidità ma anche il controllo per pericoli di incendio se viene individuato del fumo. Così si puo’ lanciare un allerta per mandare la sfera a controllare la situazione e verificare se tutto è a posto oppure no”.

Un’altra palla ad alta tecnologia l’ha inventata la marca Adidas. Il pallone smart è dotato di sensori interni che forniscno una lunga serie di parametri. Lo strumento perfetto per i grandi tifosi. Costa circa 200 euro.

VINTI BHATNAGAR, portavoce ADIDAS: “ Il pallone da calcio dispone al suo interno di un accelerometro triassiale, alcuni sensori in grado di rilevare la velocità, il volo, la rotazione e di dare un riscontro quasi istantaneo su come state giocando”.

Wearality è un dispositivo che si puo’ attaccare allo smartphone da 5 o 6 pollici e consente di godersi le applicazioni della realtà virtuale. Questa sorta di occhiali sono molto meno costosi delle applicazioni elettroniche della realtà virtuale tipo Oculus Rift. Il loro prezzo è di circa 70 euros.

Ecco una nuova tecnologia per affrontare la mancanza di esercizio fisico. Sculpt è un dispositivo che può misurare la massa adiposa e quella muscolare di una persona. Per prima cosa si seleziona il muscolo del corpo che si vuole misurare, quindi lo si spruzza di acqua si posiziona il sensore sul muscolo e si vedono i risultati sull’ applicazione smartphone. Prezzo circa 80 euro.

JOSE BOHORQUEZ, CEO di SKULPT: “ E ‘il primo dispositivo che permette di misurare i grassi e i muscoli di un parte di corpo per vedere quanto grasso si sta perdendo e quanto muscolo si sta formando. Può misurare fino a 24 muscoli singoli in tutto il corpo e si può ottenere una stima totale del grasso corporeo con la stima di solo tre zone muscolari, tricipite, addominali e quadricipite.”

L’anteprima del CES ha contato 36 espositori fra cui 12 startup. Simili anticipazioni ci sono state anche a Tokyo e Parigi.