ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tappeti, ceramica e ricamo: le tradizioni pluricentenarie di Bukhara

Lettura in corso:

Tappeti, ceramica e ricamo: le tradizioni pluricentenarie di Bukhara

Dimensioni di testo Aa Aa

Dai ricami d’oro alla ceramica, al commercio di tappeti: a Bukhara si tramandano tradizioni pluricentenarie. La nostra inviata Katharina Kaun ha

Dai ricami d’oro alla ceramica, al commercio di tappeti: a Bukhara si tramandano tradizioni pluricentenarie. La nostra inviata Katharina Kaun ha incontrato artigiani del posto.

Umida Mukhamadiyeva e le sue colleghe tessono i famosi tappeti di Bukhara. “Fanno parte della nostra cultura – spiega la tessitrice – se entrate in qualsiasa casa di una famiglia uzbeka vedrete questi tappeti sui muri. Li mettiamo anche sul pavimento”.

I tappeti di Bukhara sono noti in tutto il mondo per i loro motivi caratteristici e per le fantasie variopinte. I colori provengono dalla natura: il rosso dal melograno, il giallo dalle cipolle e il marrone dalle noci.

“Tutte le fibre utilizzate sono naturali”, continua Umida Mukhamadiyeva. “Usiamo un metodo unico per la tessitura e per il disegno che rendono i nostri tappeti differenti.Usiamo molti motivi animali, tribali e floreali”.

Tappeti realizzati con seta, cotone o con lana di cucciolo di cammello. Ci vogliono almeno tre mesi per completare un tappetino.

Gli artigiani vendono i tappeti a quasi ogni angolo del centro. La città è famosa per i suoi baazar, caravanserragli e cupole per il commercio.

“Bukhara era tra i centri importanti situati lungo la Via della Seta”, afferma Ikhtiyor Kenjaev, storico. “Anticamente caravane e grandi mercanti attraversavano la città. Molti tipi diversi di artigianato continuano a essere realizzati al giorno d’oggi, per esempio le ceramiche”.

Tra gli artigiani più famosi della regione c‘è Abdullo Narzullaev: “La ceramica è un affare della nostra famiglia. Mio padre, mio nonno, il mio bisnonno erano tutti ceramisti. Io rappresento la sesta generazione”.

Le tecniche usate sono quelle antiche, i materiali – come l’argilla – sono locali. La ceramica è molto popolare in Uzbekistan, è tra le attività manuali più antiche del Paese.

“Ci sono vari centri per la ceramica in Uzbekistan – continua Narzullaev – e ogni centro ha il proprio stile, colori diversi, motivi diversi e forme diverse. I colori della zona di Bukhara sono il verde, il marrone e il giallo”.

Servono non meno di 24 fasi per fabbricare queste ceramiche di terracotta smaltate. Nella regione di Bukhara vengono usati circa 100 motivi e 60 forme diverse.

La città ospita anche un’altra tradizione antica, il ricamo dorato. Nei tempi antichi, l’artigianato era riservato agli emiri e ai suoi cortigiani. Oggi abiti, caffetani, scarpe e perfino sipari teatrali vengono decorati con fili d’oro.

Dilnoza Tosheva ci mostra il suo lavoro: “Sto cucendo l’abito da sposo. Questo è uno dei nostri motivi nazionali. Ho appreso questo mestiere fin da piccola. È per questo che mi affascina, specialmente per lo splendore dell’oro. Ispira la mia anima”.

Katharina Kaun, euronews: “È il momento di lasciare questa bella città-oasi, ci dirigeremo verso sud. Nella prossima puntata di “Uzbekistan Life” visitiamo infatti Termez, città di oltre 2500 anni, che vanta un tesoro archeologico eccezionale”.