ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chi sono gli attentatori di Parigi

Facciamo il punto su quanto è noto sui terroristi che hanno compiuto gli attacchi di Parigi, venerdì scorso. Gli attentatori morti Ismail Omar

Lettura in corso:

Chi sono gli attentatori di Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Facciamo il punto su quanto è noto sui terroristi che hanno compiuto gli attacchi di Parigi, venerdì scorso.

Gli attentatori morti


Ismail Omar Mostefai, 29 anni
Nazionalità: Francese Nato il 21 novembre 1985 a Courcouronnes, a sud di Parigi Mostefai è uno dei kamikaze che hanno fatto irruzione nella sala spettacoli Le Bataclan

Omar Ismail Mostefai ha vissuto a Chartres, era padre di una bambina. Era stato condannato otto volte per piccoli reati, fra il 2004 e il 2010, e mai incarcerato. Nel 2010 era stato schedato dai servizi segreti per radicalizzazione religiosa, ma il suo nome non era mai comparso in indagini dell’antiterrorismo. Mostefai si sarebbe recato in Siria nel 2013 e nel 2014. Secondo un responsabile turco, la polizia turca avrebbe segnalato la sua presenza alla polizia francese, nel dicembre 2014 e nel giugno del 2015, senza mai ricevere risposte dalla Francia.


Samy Amimour, 28 anni
Nazionalità: francese Nato a Parigi il 15 ottobre 1987 È uno dei kamikaze della sala spettacoli Le Bataclan

Amimour era di Drancy, a nord di Parigi. Era stato autista di autobus prima di dimettersi nel 2012. Era stato indagato per terrorismo nel 2012 e poi rilasciato. In seguito, nell’autunno del 2013, aveva violato la sorveglianza giudiziaria che gli era stata imposta e aveva lasciato la Francia recandosi in Siria. Contro di lui era stato emesso un mandato d’arresto internazionale. Suo padre aveva cercato invano di persuaderlo a rientrare dalla Siria.


Brahim Abdeslam, 31 anni
Nazionalità: francese (residente in Belgio) Nato a Bruxelles il 30 luglio 1984. Si è fatto esplodere al Comptoir Voltaire

È il fratello maggiore del ricercato Salah Abdeslam. Brahim aveva noleggiato la Seat nera, immatricolata in Belgio, trovata a Montreuil, vicino Parigi. A bordo c’erano tre kalashnikov, 11 caricatori vuoti e cinque pieni.


Bilal Hadfi, 20 anni
Nazionalità: francese (residente in Belgio) Nato il 22 gennaio del 1995 Si è fatto esplodere vicino allo Stade de France

Hadfi, come i fratelli Abdeslam, probabilmente si era recato in Siria.


Identità non confermata Uno dei kamikaze dello Stade de France

Accanto al cadavere di uno dei kamikaze è stato trovato un passaporto siriano, la cui autenticità è ancora da verificare, del quale il terrorista suicida si sarebbe servito per passare i controlli in Grecia, a ottobre. Secondo una fonte vicina all’inchiesta, il documento potrebbe appartenere a un soldato del regime di Bashar al Assad morto alcuni mesi fa.


Sospetti ancora in libertà


Abdelhamid Abaaoud, 27 anni
Nazionalità: belga

Abaaoud è sospettato di essere la mente degli attentati di Parigi. Il jihadista belga vivrebbe in Siria dove sarebbe membro attivo dell’Isil. Avrebbe indottrinato i fratelli Adbeslam e sarebbe stato anche il cervello della cellula jihadista di Verviers, smantellata in Belgio lo scorso gennaio. Il suo nome compare in diversi dossier: quello sul tentato attentato sul treno Thalys, su uno sventato attacco a una chiesa di Villejuif e sul progetto di attentato contro una sala concerti.


Salah Abdeslam, 26 anni
Nazionalità: francese (viveva in Belgio) Nato il 15 settembre del 1989

È il terrorista latitante che avrebbe noleggiato la Polo utilizzata per gli attentati. I fratelli Adbeslam avrebbero entrambi conosciuto Abaaoud visto che i tre frequentavano Molenbeek, quartiere di Bruxelles. Salah Abdeslam era stato fermato sabato mattina dalla polizia francese a Cambrai, nel nord del Paese, ma non era stato interrogato visto che non era schedato e gli inquirenti non erano ancora sulle sue tracce.
Quando la polizia belga ha fermato di nuovo la sua golf a Molenbeek, Abdeslam non era all’interno, ma si era dato ormai latitante. Francia e Belgio hanno lanciato avvisi di ricerca nei suoi confronti.