ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati a Parigi: 7 arresti a Bruxelles, epicentro a Molenbeek

Sette persone sono state arrestate a Bruxelles in relazione agli attentati di Parigi. Due nel pomeriggio di sabato, nei pressi della stazione della

Lettura in corso:

Attentati a Parigi: 7 arresti a Bruxelles, epicentro a Molenbeek

Dimensioni di testo Aa Aa

Sette persone sono state arrestate a Bruxelles in relazione agli attentati di Parigi.
Due nel pomeriggio di sabato, nei pressi della stazione della metro Osseghem, altre tre in serata, tutte nel quartiere di Molenbeek.

Uno sarebbe il fratello dell’uomo che ha noleggiato in Belgio l’auto parcheggiata di fronte al Bataclan. Quest’ultimo, ancora ricercato, era conosciuto alle forze dell’ordine per spaccio di stupefacenti e detenzione di armi. Gli altri tre arrestati risiedono tutti a Molenbeek nella capitale belga.

Charles Michel, premier belga: “Siamo convinti che in Belgio, esattamente come in Francia, esistono reti di militanti radicali, abbiamo aumentato le risorse per il contrasto, solo negli ultimi mesi sono state arrestate 170 persone accusate di terrorismo”.

Molenbeek è quartiere popolare che ha già fatto da base ad altri jihadisti.
All’attentatore del treno Thalys, Ayoub El Khazzani di 25 anni, originario del Marocco.

A Mehdi Nemmouche, 29 anni, algerino arrestato a Marsiglia, accusato di avere partecipato all’attacco al Museo ebraico di Bruxelles del maggio 2014, in cui sono state uccise 4 persone.

Sempre a Molenbeek ha soggiornato uno degli esecutori dell’assassinio del comandante Massoud, in Afghanistan nel 2001. Cheikh Hassan, membro di Al Qida, è sospettato inoltre partecipato alla pianificazione degli attentati in Spagna. È stato arrestato alle Canarie il 17 dicembre 2004.