ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati Parigi: la ricostruzione del procuratore della Repubblica

Uno dei sette terroristi è stato identificato, ha confermato il procuratore della Repubblica di Parigi, François Molins, sabato sera. Francese, aveva

Lettura in corso:

Attentati Parigi: la ricostruzione del procuratore della Repubblica

Dimensioni di testo Aa Aa

Uno dei sette terroristi è stato identificato, ha confermato il procuratore della Repubblica di Parigi, François Molins, sabato sera. Francese, aveva 29 anni, era nato nell’hinterland parigino, era stato condannato otto volte per piccoli reati e mai incarcerato. Era schedato per radicalizzazione. Molins ha ricostruito la dinamica degli attentati e ha affermato: “Di fronte all’atrocità degli atti commessi la nostra lotta è più che mai determinata”.

21.20 – Stade de France

“Alle 21.20, mentre si svolgeva la partita di calcio Francia-Germania allo Stade de France, una prima esplosione è risuonata in rue Rimet, a Saint Denis, all’altezza della porta D dello stadio. Sul posto sono stati trovati due corpi di cui uno è apparso come quello di un kamikaze che indossava una cintura esplosiva composta di perossido di acetone”.

21.25 – Bar Le Carillon e ristorante Le Petit Cambodge

“Alle 21.25, la seconda scena, all’angolo tra rue Allibert e rue Bichat, nel X arrondissement di Parigi, delle persone che erano sedute al bar Le Carillon e al ristorante Le Petit Cambodge sono rimaste vittime di colpi di kalashnikov. Sono stati trovati dei bossoli di diversi calibri, in particolare di 7,62 millimetri. Il bilancio in quella scena del crimine è di 15 persone morte e 10 vittime in condizioni gravi”.

21.32 – Bar “A’ la Bonne Bière

“Alle 21.32 all’angolo tra rue Fontaineroy e rue du Faubourg du temple, nell’XI arrondissement, un’altra sparatoria davanti al bar A’ la Bonne Bière ha provocato la morte di cinque persone e l’evacuazione di otto persone ferite in urgenza assoluta”.

21.36 – ristorante La Belle équipe

“Alle 21.36, al 92 di rue de Charonne, al ristorante La Belle équipe, altri colpi di fucile d’assalto hanno causato la morte di 19 persone che erano ai tavoli della terrazza della struttura”.

21.40 – ristorante Le comptoir Voltaire

“Alle 21 e 40 circa, al 253 boulevard Voltaire all’interno del ristorante Le comptoir Voltaire un altro kamikaze si suicidava, è stato trovato un dispositivo esplosivo identico ai primi due kamikaze dello Stade de France”.

21.40 – Sala concerti Le Bataclan

“Alle 21.40, una polo di colore nero si è fermata davanti alla sala di spettacoli Le Bataclan al numero 50 di boulevard Voltaire. Ne sono usciti tre individui con armi da guerra, hanno fatto irruzione nella sala e hanno sparato a raffica in pieno concerto per poi prendere il pubblico in ostaggio. Il pubblico pare sia stato raggruppato davanti all’orchestra e ciò spiega perché proprio lì sono state trovate la maggior parte delle vittime.
I terroristi durante le trattative hanno brevemente evocato la Siria e l’Iraq. Durante l’assalto lanciato verso mezzanotte e venti dalle unità d’intervento della polizia giudiziaria e dalle forze speciali della polizia, tre terroristi sono stati trovati morti, il primo ucciso da un colpo delle forze dell’ordine e dall’esplosione del dispositivo che indossava, mentre gli altri due hanno azionato le loro cinture esplosive al momento dell’assalto delle forze dell’ordine.
In questa fase delle indagini possiamo affermare che tre squadre di terroristi, coordinate, sono all’origine di questa barbarie”.