ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, la Rada approva la legge contro le discriminazioni sui luoghi di lavoro

Il parlamento ucraino ha approvato un disegno di legge che punisce le discriminazioni sessiste sui luoghi di lavoro. La Rada ha così ottemperato alle

Lettura in corso:

Ucraina, la Rada approva la legge contro le discriminazioni sui luoghi di lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento ucraino ha approvato un disegno di legge che punisce le discriminazioni sessiste sui luoghi di lavoro. La Rada ha così ottemperato alle richieste dell’Unione europea, che aveva incluso la misura tra quelle propedeutiche all’introduzione per i cittadini ucraini di un regime di libera circolazione senza visti all’interno dell’Unione.

“E’ importante dimostrare che l’Ucraina sia un paese europeo, non uno staterello come ai tempi dell’Unione sovietica in cui si sente ancora lo spirito della Russia”, dice Volodymyr Ariev, del partito del presidente Poroshenko. “Sarà difficile, ma l’Ucraina cerca di sottrarsi alla prospettiva post-sovietica per abbracciare quella europea”.

Dissensi arrivano anche dalla stessa maggioranza di governo:

“La società è profondamente polarizzata, e io credo che le reazioni a questo progetto di legge siano state contraddittorie. A me non è piacuto il modo in cui il documento è stato posto ai voti, con una procedura ad hoc”.

Falliti i primi te scrutini, la legge è passata solo al quarto tentativo, ottenendo 234 voti.

“Per poter viaggiare in Europa senza bisogno del visto l’Ucraina deve prima mettere in pratica le raccomandazioni della Commissione europea e in seguito ottenere il via libera dal parlamento europeo. Kiev auspica che il regime senza visti possa venire introdotto nel 2016. In ogni caso, il diritto di superare le fontiere interne all’Europa sarà riconosciuto solo ai titolari di passaporti biometrici”.