ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Summit Ue-Africa a Malta: formalizzato trust fund da 1,8 miliardi


Malta

Summit Ue-Africa a Malta: formalizzato trust fund da 1,8 miliardi

Le politiche migratorie e piani di riammissione al centro del secondo giorno di vertice a Malta con 50 leader europei e africani. A La Valletta è stato formalizzato il “Trust Fund”, un fondo fiduciario di emergenza per l’Africa da 1,8 miliardi forniti dalla Commissione europea. L’obietto è una più stretta cooperazione nella gestione della crisi dei migranti.

“Con questo strumento vogliamo dare stabilità ai Paesi africani creando sviluppo e impiego, per ridurre spostamenti forzati”, ha spiegato il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker.

Per far fronte al flusso di migranti la Svezia ha, intanto annunciato che introdurrà “controlli temporanei” alle frontiere. “Non si tratta di un recinto, dobbiamo solo controllare chi entra nel Paese”, ha spiegato il premier svedese Kjell Stefan Löfven . “Siamo tutti in una situazione difficile. La Svezia ha accolto tanti rifugiati, molti di più di altre nazioni se si considera il numero pro-capite”.

In attesa di proseguire il viaggio verso l’Europa occidentale, oltre 3 mila profughi hanno trascorso la notte a Presevo, nel sud della Serbia al confine con la Macedonia. Negli ultimi 15 anni oltre 31.000 persone sono morte per raggiungere l’Europa, 24.000 di queste nel Mediterraneo. La Turchia è uno dei principali punti di partenza via mare.

“Ora l’attenzione si sposta sulla Turchia che questo fine settimana ospita il G20, summit in genere dedicato alle politiche economiche. L’Europa spera di convincere in quella sede le maggiori potenze mondiale che la crisi migratoria europea riguarda anche loro”, dice il nostro inviato a La Valletta James Franey.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Anche il ministro degli Esteri francese Fabius spiato dall'intelligence tedesca