ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme di Climate Central: "Le capitali del mondo sommerse dagli oceani"

Londra, Shanghai, Sydney, Rio de Janeiro e New York: sono solo alcune delle città che tra cento anni potrebbero essere sommerse dall’acqua degli

Lettura in corso:

Allarme di Climate Central: "Le capitali del mondo sommerse dagli oceani"

Dimensioni di testo Aa Aa

Londra, Shanghai, Sydney, Rio de Janeiro e New York: sono solo alcune delle città che tra cento anni potrebbero essere sommerse dall’acqua degli oceani. L’allarme è stato lanciato dai ricercatori di “Climate Central“: http://www.climatecentral.org/ un’organizzazione non-profit americana indipendente che ha rivelato, attraverso uno studio, le conseguenze di un riscaldamento di +2 gradi centigradi.

A +2 gradi centigradi, il livello dei mari continuerà ad alzarsi per coprire territori nei quali vivono oggi 280 milioni di persone. Se la temperatura media globale dovesse crescere di 4 gradi centigradi le persone colpite sarebbero 600 milioni.

“Un riscaldamento di +2° rappresenta una minaccia per l’esistenza a lungo termine di numerose grandi città e regioni costiere”, ha detto Ben Strauss, uno degli autori della ricerca.

Il rapporto arriva a tre settimane dalla conferenza sul clima di Parigi “Cop21”: http://www.cop21.gouv.fr/. E manda un monito ai governi, se non interverranno in maniera concreta per frenare le emissioni di gas effetto serra il livello del mare per il 2100 sarà salito di 12 metri, causando la distruzione di ben 1800 città, tra cui 21 capitali internazionali.

Il pericolo potrebbe essere scampato mettendo in campo le giuste azioni, riducendo in modo drastico l’uso di combustibili fossili, il che significa rivedere l’attuale modello di sviluppo economico.

Ma se le emissioni di carbonio non dovessero diminuire, tra 100 anni le più grandi capitali del mondo verranno sommerse dagli oceani, parola di Climate Change. Per far capire – e soprattutto vedere – cosa potrebbe succedere, gli scienziati hanno realizzato le immagini, con il prima e il dopo, mostrando le città come le vedrebbero i nostri nipoti.