ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La tradizione del papavero in ricordo dei caduti in guerra

La storia del Poppy Appeal Indossare un papavero di carta o di plastica è una tradizione che risale al 1921. L’appello, organizzato nel Regno Unito

Lettura in corso:

La tradizione del papavero in ricordo dei caduti in guerra

Dimensioni di testo Aa Aa

La storia del Poppy Appeal

Indossare un papavero di carta o di plastica è una tradizione che risale al 1921. L’appello, organizzato nel Regno Unito dalla Legione reale britannica e in Canada dalla Legione reale canadese, aveva e ha come obiettivo quello di raccogliere fondi per i veterani e per il personale militare in attività.

All’origine c‘è il ricordo dei caduti della Prima Guerra Mondiale. La tradizione si ispira a In Flanders Fields, una poesia sulla guerra, pubblicata sulla rivista Punch nel 1915. Scritta dal tenente colonnello canadese, John McCrae, fa riferimento ai papaveri che spuntarono sulle tombe dei soldati nella regione belga delle Fiandre, sul cosiddetto Fronte Occidentale.

In Canada la raccolta fondi si chiama Poppy Campaign. I papaveri vengono venduti per le strade da volontari, nelle settimane che precedono il Remembrance Day (Giorno della Commemorazione), l’11 novembre.

L’ispirazione

Dopo la Prima Guerra Mondiale, per sostenere finanziariamente i veterani, un professoressa universitaria statunitense, Moina Michael, ebbe l’idea di vendere papaveri di seta. Fu ispirata dal poema “In Flanders Fields” e nel 1921 il papavero fu adottato come simbolo del ricordo dei veterani di guerra dall’American Legion Auxiliary, la più grande organizzazione patriottica femminile al mondo.

Per il suo impegno Moina Michael fu soprannominata “Poppy Lady”.

Nel 1920, una francese, Anne Guerin decise di vendere papaveri fatti a mano per aiutare gli orfani di guerra. Sarebbe stata lei a portare il simbolo nel Regno Unito e in Canada.

Dove finisce il denaro ?

Indossare il papavero non significa soltanto sostenere i veterani del passato, ma anche quelli di guerre recenti, le loro famiglie e gli anziani.

La legione britannica, adesso chiamata legione reale britannica, fu fondata per aiutare chiunque avesse servito il Paese in guerra, ma anche i loro familiari. È un’organizzazione benefica ufficiale.

Lo scorso anno il fondo ha raccolto nel Regno Unito circa 51 milioni di euro. In Canada il ricavato delle vendite di papaveri va alle forze armate canadesi in servizio e ai veterani e alle loro famiglie se si trovano in difficoltà economiche. I fondi servono a coprire spese per il cibo, il riscaldamento, l’abbigliamento, le medicine, le riparazioni domestiche.

Chi li produce?

Regno Unito

Istituita nel 1922, la fabbrica del papavero si trova a Londra dove vengono prodotti circa 36 milioni di spille l’anno. Impiega 40 dipendenti, in gran parte disabili. A Edimburgo, in Scozia, un altro stabilimento realizza circa cinque milioni di papaveri l’anno.

Canada

Fino al 1996, i papaveri venivano prodotti da veterani disabili. Adesso se ne occupa un imprenditore privato. I papaveri canadesi sono fatti di due pezzi di plastica, rosso e bianco, con una spilla per fissarli agli abiti. Dal 1980 al 2002 al centro era di colore verde. Ma ciò causò confusione e controversie.

Altri Paesi dove si indossa il papavero

Nel mese di luglio, la domenica più vicina all’11, la Repubblica di Irlanda commemora i caduti in guerra. Indossare le spille con i papaveri è meno comune in Irlanda rispetto al Regno Unito.

Nell’ex colonia britannica di Hong Kong alcuni li indossano durante il Remembrance Sunday.

In Sudafrica, di recente, si è assistito a un aumento della popolarità dei papaveri e in Nuova Zelanda il “Poppy Day” di solito cade il venerdì che precede l’Anzac Day (commemorazione che si svolge ogni anno in Australia e Nuova Zelanda il 25 aprile per ricordare i soldati caduti in tutte le guerre).