ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'austerity taglia i fondi per i big. E alla Maratona di Atene trionfano i greci

L’austerity riduce il budget per invitare i grandi campioni africani e a trionfare alla XXXIII Maratona di Atene sono così gli atleti di casa

Lettura in corso:

L'austerity taglia i fondi per i big. E alla Maratona di Atene trionfano i greci

Dimensioni di testo Aa Aa

L’austerity riduce il budget per invitare i grandi campioni africani e a trionfare alla XXXIII Maratona di Atene sono così gli atleti di casa.

Tutto greco il podio al termine del tracciato che ricalca quello, secondo la leggenda, percorso nel 490 a.C. da Filippide, per annunciare la vittoria ateniese sui persiani alla battaglia di Maratona.

Vincitore è Christoforos Merousis, che in 2:21:22 precede i connazionali Dimitris Theodorakakos e Dimosthenis Evangelidis.

Lo scorso anno per la prima volta riuscito nell’impresa di completare la maratona, Merousis affida la sua gioria ai microfoni di euronews: “Sono davvero molto contento di questo risultato – ci dice -. In vista della gara ero molto ansioso. E ora il successo lo dedico alla mia famiglia e soprattutto a mio figlio. L’auspicio è che vedendo queste immagini sia un giorno orgoglioso di suo padre”.

Sul fronte femminile, i padroni di casa devono accontentarsi invece del secondo posto di Ourania Rempouli. La prima piazza della giapponese Minori Hayakari, che taglia il traguardo in 2:52:06, non rovina tuttavia questa giornata di sport e di festa, che nel complesso delle sue gare ha richiamato ad Atene un totale di oltre 40.000 partecipanti.

“Atene è in festa per questa storica maratona – conferma il corrispondente di euronews, Ioannis Karagiorgas -. Una gara nota come la maratona più dura al mondo, ma soprattutto forte di un passato, che la rende un obiettivo per migliaia di atleti in tutto il mondo”.

E come ogni giornata di sport e di festa che si rispetti, l’onore non è soltanto per i primi, ma per tutti quelli che hanno avuto anche solo il coraggio di partecipare.