ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Come here!": torna a splendere la fontana simbolo della "Dolce vita"

Lanciare la monetina: torneranno a farlo migliaia di turisti su una Fontana di Trevi rimessa a nuovo. Un motivo in più per sperare di visitare di

Lettura in corso:

"Come here!": torna a splendere la fontana simbolo della "Dolce vita"

Dimensioni di testo Aa Aa

Lanciare la monetina: torneranno a farlo migliaia di turisti su una Fontana di Trevi rimessa a nuovo. Un motivo in più per sperare di visitare di nuovo la città eterna.

Un restaurato “firmato”

Il restauro, costato quasi 2,2 milioni di euro, è durato 516 giorni, circa 17 mesi. 26 i restauratori impegnati giorno e notte sul famoso gruppo scultoreo. Con il taglio del nastro, s’inaugura ufficialmente una nuova era per la settecentesca fontana, voluta per portare l’acqua vergine nelle case dei romani.
I lavori sono stati a tutto campo e hanno riguardato anche la revisione e installazione di un nuovo impianto idrico, per migliorare la conservazione dei marmi, l’illuminazione artistica, l’impianto per l’allontanamento dei volatili e la videosorveglianza.

Un restauro firmato Fendi, la maison nel 2013 ha stanziato 2,2 milioni di euro per il progetto “Fendi for Fountains”, che prevedeva il recupero della fontana di Trevi e del complesso delle Quattro Fontane, accanto al palazzo del Quirinale. Il restauro è stato supervisionato a livello tecnico-scientifico dalla soprintendenza capitolina.

“Durante il periodo del restauro”, aveva spiegato la maison Fendi, “l’idea da parte della Sovrintendenza Capitolina di realizzare la passerella panoramica con pannellatura trasparente, accessibile direttamente dalla piazza, ha permesso ai visitatori di vedere la Fontana di Trevi da una prospettiva unica, di entrare fisicamente in un capolavoro artistico di fama internazionale e di avere una prossimità mai avuta prima”. Sulla passerella sono passati 3 milioni di visitatori. La media annuale di soldi nella fontata ammonta a circa 1 milione di euro.

La fontana simbolo della “Dolce vita” felliniana

“Marcello come here! Hurry up!”. Era il 1960, la voce di Anita Ekberg che chiamava Marcello Mastroianni entrava nella storia del cinema. E la Fontana di Trevi con lei, consacrata da Federico Fellini come uno dei luoghi simbolo della “Dolce vita”.

Il 18 dicembre 1996 a Parigi moriva Marcello Mastroianni. Dall’alto della Fontana di Trevi sono scesi, in segno di lutto, tre lunghi drappi di seta nera, mentre si diffondevano le note del film di Fellini.