ULTIM'ORA

Lettura in corso:

A Budapest un progetto per la ricostruzione di Aleppo


Siria

A Budapest un progetto per la ricostruzione di Aleppo

Il miglior modo per ricostruire Aleppo sarebbe smettere di distruggerla. Ma a 4 anni dall’inizio della guerra e dopo l’intensificarsi della campagna militare in Siria, un’equipe della Central University di Budapest, in Ungheria, si mette al lavoro per progettare la ricostruzione della città. Un lavoro nel quale sono coinvolti due siriani fuggiti dal conflitto. Un sito internet spiega l’idea, raccoglie testimonianze e critiche.

“Lo scopo è coinvolgere i cittadini di Aleppo in modo che possano essere al centro del progetto perchè sono le loro opinioni che contano e che devono fare la differenza, puntiamo molto su questo aspetto” spiega Alhakam Shaar, Research Fellow alla Central European University.

Secondo un sondaggio effettuato su un campione di 900 rifugiati siriani in Germania, oltre il 70% degli intervistati imputa la responsibilità della guerra al regime di Assad e pone la sua uscita di scena come condizione per un ritorno ad Aleppo.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

L'allarme dell'OMS ridurrà i consumi di carne e salumi?