ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza profughi: tremila arrivi la notte scorsa in Croazia

Centinaia di migranti e rifugiati restano in attesa al valico serbo-croato di Berkasovo-Bapska. Tremila persone hanno attraversato il confine la

Lettura in corso:

Emergenza profughi: tremila arrivi la notte scorsa in Croazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Centinaia di migranti e rifugiati restano in attesa al valico serbo-croato di Berkasovo-Bapska.

Tremila persone hanno attraversato il confine la notte scorsa e la Croazia fa sapere che non ha intenzione di erigere barriere. Zagabria e Belgrado hanno raggiunto un accordo sull’accoglienza e il transito dei migranti che vogliono raggiungere l’Austria e la Germania.

“Non c‘è stata grande tensione durante la notte – dice Niklas Stoerup Agerup, coordinatore per l’Unhcr al confine serbo-croato – Naturalmente ha fatto freddo, come nei giorni scorsi. La novità è che ci sono tante famiglie con bambini e tante persone disabili”.

Dal vertice di Sofia, Bulgaria, Serbia e Romania avvisano Bruxelles di non essere disposte a creare zone cuscinetto per i migranti e minacciano la chiusura dei confini se la Germania farà altrettanto.

“Sono fuggito dalla guerra in Siria – racconta un giovane – Ho una laurea in economia e voglio lavorare in Danimarca”.

“Le Nazioni Unite dicono che aiutano, ma non è vero. Offrono solo un aiuto minimo e questo è ingiusto – sostiene una giovane madre – Fa molto freddo in strada e io viaggio con i miei figli e una donna malata. Nessuno ci aiuta, lei non può camminare. La sola cosa buona è che siamo arrivati qui, grazie a Dio nessuno morto”.

Il loro viaggio prosegue verso la Slovenia, dove dall’inizio della seconda ondata migratoria di sabato scorso sono passati 56.500 migranti. 13mila gli arrivi registrati dalla polizia di Lubiana nelle ultime 48 ore.