ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bill Muray alla ricerca di talenti musicali a Kabul in "Rock The Kasbah"

Lettura in corso:

Bill Muray alla ricerca di talenti musicali a Kabul in "Rock The Kasbah"

Dimensioni di testo Aa Aa

Bill Murray torna sul grande schermo con Rock the Kasbah, una divertente commedia firmata dal regista premio Oscar Barry Levinson. L’ex

Bill Murray torna sul grande schermo con Rock the Kasbah, una divertente commedia firmata dal regista premio Oscar Barry Levinson.

L’ex acchiappafantasmi veste qui i panni di un dimesso agente musicale, che organizza per la sua ultima cliente una serie di concerti per le truppe americane in Afghanistan. Naturalmente, niente andrà come previsto.

Tra gli ospiti presenti all’anteprima all’AMC Lincoln Square di New York, si sono fatte notare Lady Gaga, il cui compagno Taylor Kinney ha un ruolo nel film, e Jennifer Lopez.

“Non mi sentivo così per un film da parecchio tempo – racconta Murray – Parlo di quella sensazione che provi quando sai che sta per succedere qualcosa di insolito, che va al di là di ogni aspettativa, quando sai che stai per fare qualcosa di molto migliore di quello che hai trovato in partenza”.

Derubato e abbandonato nel bel mezzo di Kabul, lo sfortunato agente si troverà alla mercé di un mercenario fuori di testa, interpretato da Bruce Willis.

L’attore sessantenne spiega che cosa c‘è di particolare nel lavorare con Bill Murray: “Cambia continuamente il suo modo di recitare. Ha almeno 17 stili comici e in questo film li ha usati tutti. E’ molto divertente!”

Nel cast anche Kate Hudson: “Sono sempre un po’ nervosa prima di un film, ma quando lavori con qualcuno come Bill Murray inizi subito a pensare a tutto quello che ha fatto e che ammiri e… volevo intrare in sintonia con lui… ed è stato fantastico, un’esperienza davvero unica!”.

Dopo varie disavvenute, la scoperta di una ragazzina dotata di una voce straordinaria darà una svolta alla trama, che è ispirata a un episodio reale: la partecipazione a un talent show per aspiranti cantanti di una donna afghana, che ha sfidato tabù religiosi e sociali.

Con un budget di 15 milioni di dollari, il film è stato girato in Marocco.